The news is by your side.

Nuova giunta, critiche le opposizioni, Fi: la montagna ha partorito il topolino

WCENTER 0PESAJFGEZ -Pescara. “La montagna ha partorito il topolino: dopo la sceneggiata delle dimissioni in blocco della sua Giunta, il presidente D’Alfonso ha nominato un nuovo esecutivo lasciando in piedi tutti i dissidi e le divisioni territoriali di ventiquattrore prima”. Cosi’ i consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia commentano la presentazione della nuova Giunta. “Dopo due mesi di blocco di qualunque attivita’ – proseguono – di nuovo il governatore non e’ infatti riuscito a consegnare le deleghe che forse arriveranno tra due settimane; resta il problema del nuovo sottosegretario Mario Mazzocca cosi’ come del consigliere detronizzato Camillo D’Alessandro: e’ evidente che non permetteremo loro di recitare il ruolo di assessori-ombra, visto che i consiglieri regionali non possono detenere deleghe, ma possono al massimo avere funzioni e coadiuvare l’attivita’ del presidente. Mazzocca e D’Alessandro dovranno rassegnarsi al ruolo di comparse, perche’ non potranno assumere ruoli mascherati”. “Resta – aggiungono – l’incognita del consigliere Monticelli, al quale il presidente ha lanciato messaggi e avvertimenti sibillini, ma con il quale restano aperte le questioni inerenti la chiusura dei punti nascita e dei Pronto soccorso. Ma l’Abruzzo ha bisogno di altro, e non puo’ continuare a vivere in quella paralisi politico-amministrativa in cui versa da un anno”. “Dopo un anno di pantomima – concludono i consiglieri di Forza Italia – il governatore D’Alfonso non ha risolto alcunche’ e tutto lascia pensare che le dimissioni di ieri siano solo il presagio di una caduta ormai imminente. Resta da chiedersi cosa abbiano fatto di male gli abruzzesi per meritare questa sceneggiata infinita che ha i risvolti di una comicita’ amara”.