The news is by your side.

Nuove opportunità per le imprese rosa: agevolazione per l’accesso al credito

L’Aquila. Nuove opportunita’ di accesso al credito per le imprese guidate da donne: se n’e’ discusso in Camera di Commercio a Pescara, in un summit che ha visto il fattivo confronto tra l’Ente camerale, la Regione (Commissione Pari Opportunita’), l’Abi, Confidi e le associazioni di categoria. E’ stato approfondito l’avvio delle nuove agevolazioni riservate al settore dell’imprenditoria femminile e delle relative modalita’ di accesso al credito. I nuovi strumenti di accesso al credito agevolato, finalizzati allo sviluppo e la crescita delle imprese femminili, sono frutto dell’accordo sottoscritto dal Dipartimento Pari Opportunita’, dal Ministero per lo Sviluppo Economico, dall’ABI e dalle principali Associazioni di categoria. donnaIl Protocollo d’intesa prevede, nel dettaglio, che vengano riservati alle imprese femminili, start-up, 10 milioni di euro dei 20 milioni riservati alle PMI dal Fondo di Garanzia per le PMI. “Si destina una somma interessante – ha commentato Sonia Di Naccio, presidente Cif (Comitato per l’imprenditoria femminile della CCIAA di Pescara), su cui e’ fondamentale informare le nostre imprenditrici ed aspiranti tali. Siamo gia’ a lavoro, affinche’ tali fondi si utilizzino il piu’ possibile ed in questo chiediamo la fattiva collaborazione dei Confidi e delle banche al fine di agevolare il percorso di formazione di nuove imprese”. Il Fondo di Garanzia per le PMI, recentemente aperto anche a nuovi intermediari diversi dagli istituti di credito ed i Confidi come assicurazioni e fondi di credito, possono fare accesso sia le piccole e medie imprese che i professionisti. E viene concesso grazie alla garanzia fino all’80% di qualsiasi operazione finanziaria finalizzata all’attivita’ di impresa, fino a un massimo di 2,5 milioni per singola azienda. Una riserva ad hoc del Fondo di garanzia PMI alle imprese del Sud. La novita’ e’ contenuta nella legge di Stabilita’ 2016, che stanzia, per il 2016, a favore dello strumento oltre 700 milioni di euro. La quota garantita non sara’ inferiore al 20% delle risorse disponibili e sara’ assegnata alle imprese localizzate nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. “Il mondo impresa e’ ancora in sofferenza – ha dichiarato il presidente della CCIAA di Pescara, Daniele Becci – ed il tema dell’accesso al credito sempre piu’ vitale per consentire una vera ripartenza. E si potra’ tornare a parlare di crescita solo se si mettono le imprese nella condizione di lavorare”. Per ogni info in merito ed approfondire ogni dettaglio sulle modalita’ di accesso al Fondo: www.pe.camcom.it, sezione “imprenditoria femminile”.