The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Oggi a Teramo l’incontro sulla ricostruzione, Marsilio: entro l’estate 1200 persone lasceranno gli alberghi

Teramo. “Quella di oggi a Teramo è stata una riunione molto utile, nel corso della quale sono stati forniti dati e informazioni importanti”. E’ quanto dichiara il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, dopo la riunione che si è  svolta questa mattina nella sala consiliare della Provincia di Teramo. Allo stato attuale, infatti, le persone assistite sono ancora 8847: 410 nelle soluzioni abitative in emergenza (Sae), 7445 con contributo di autonoma sistemazione (Casa), 673 negli alberghi, 232 all’interno del Progetto case dell’Aquila e 87 nei moduli abitativi prefabbricati rurali emergenziali (Mapre).

“Una notizia importante”, ha aggiunto il presidente Marsilio, “è che entro l’estate 1200 persone lasceranno gli alberghi e l’autonoma sistemazione per entrare in abitazioni messe a disposizione dalla Regione. Per far fronte alla situazione di emergenza abitativa del territorio sono stati formalizzati gli atti per l’acquisto di 326 immobili, per un importo complessivo di oltre 51 milioni di euro. Soluzioni che permetteranno un notevole risparmio rispetto alle spese attuali”. Questi appartamenti sono 254 in provincia di Teramo, 70 in provincia dell’Aquila e due in provincia di Pescara.

Nel corso della riunione, a cui hanno partecipato il responsabile dell’ufficio speciale per la ricostruzione, Vincenzo Rivera e i due sub-commissari, Giancarlo Misantoni e Antonio Iovino, rispettivamente dirigenti del Genio Civile di Teramo e della Protezione civile dell’Aquila, oltre ad assessori e consiglieri regionali, i sindaci del cratere sismico hanno posto sul tavolo le questioni inerenti i territori da loro amministrati. Relativamente al recupero degli edifici Ater è stato  annunciato che, con apposita ordinanza, sono stati riassegnati 87 milioni di euro alla Regione Abruzzo per la ristrutturazione dell’edilizia residenziale.

“Porteremo avanti questo genere di incontri”, ha concluso il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, “come Regione ci faremo carico di sottoporre all’attenzione del Governo le richieste dei sindaci. Dobbiamo recuperare il tempo perso”.