The news is by your side.

Oggi i lavori del Consiglio regionale, Sospiri: legge celebrazioni D’Annunzio vetrina per tutto l’Abruzzo

L’Aquila. Nella seduta odierna del Consiglio regionale sono state discusse le seguenti interpellanze: a firma del Consigliere Pietro Smargiassi (M5S) su emergenza cinghiali; a firma del Consigliere Francesco Taglieri (M5S) su attivazione del secondo mezzo di soccorso 118 su Lanciano. Rinviata la discussione sull’interpellanza a firma del Consigliere Silvio Paolucci (Pd) sul futuro dello stabilimento della CBI di Gissi e dei suoi lavoratori. L’assessore Mauro Febbo e il consigliere Silvio Paolucci hanno incontrato una rappresentanza degli stessi lavoratori durante i lavori dell’Assemblea. Esaminati ed approvati anche due progetti di legge: il primo incrementa per l’anno 2019, il contributo spettante all’Ente Nazionale Sordomuti (ENS), pari a 90.000 euro necessario per assicurare il regolare svolgimento delle attività poste in essere dall’Ente Nazionale Sordomuti e finalizzate a favorire l’inclusione sociale delle persone affette da deficit uditivo e del linguaggio.

Il secondo ha l’obiettivo di celebrare la figura del poeta abruzzese Gabriele D’Annunzio in occasione del centenario dell’impresa di Fiume da lui guidata che ricorre il prossimo 12 settembre. In tale occasione la Regione intende organizzare un evento celebrativo da tenere, in più giornate, a Pescara, città natale del poeta e in altre capoluoghi di provincia abruzzesi. Tale evento sarà affiancato da iniziative di gemellaggio con la Repubblica di Croazia e con la città di Rijeka, antica Fiume. L’Assemblea legislativa ha rinviato l’elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale raccogliendo l’invito del consigliere Pietro Smargiassi ad audire tutti i partecipanti all’avviso pubblico in Quinta Commissione Sanità e di procedere successivamente nella prossima seduta del Consiglio regionale alla nomina dello stesso Garante. Rinviata anche l’elezione dei componenti della Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità e della parità giuridica e sostanziale tra uomini e donne.

“Gabriele D’Annunzio è stato il più grande testimonial dell’Abruzzo nel mondo e questa legge è una vetrina per tutto l’Abruzzo non solo per la città di Pescara”. Questo il commento del presidente Lorenzo Sospiri in aula sull’approvazione del provvedimento legislativo per le celebrazioni in favore di Gabriele D’Annunzio.

“Come consiglio regionale abbiamo immaginato una celebrazione di quella che fu la vicenda di Fiume attraverso una rigorosa ricostruzione storica”, spiega Sospiri, “derubricare questa esperienza come una vicenda fascista è un falso storico. Al contrario l’impresa di Fiume si ricorda anche per la Carta del Carnaro, varata nel 1920, scritta dal sindacalista Alceste de Ambris e modificata in parte dallo stesso D’Annunzio che rappresentò un’avanguardia storica, legislativa, culturale e sociale all’interno del XX secolo dal momento che riconosceva numerosi diritti per i lavoratori, il suffragio universale maschile e femminile, l’esercizio delle fondamentali libertà di pensiero, di parola, di stampa, di riunione, di associazione, di religione e di orientamento sessuale. D’Annunzio non era né di destra né di sinistra fu un grande abruzzese e basta. Il programma di questi eventi sarà ampiamente condiviso e si spalmerà in tutti i luoghi dannunziani e nelle province dove troveremo collaborazione istituzionale”.

“Arte, futurismo, sport, musica e cultura saranno i temi centrali di questa rievocazione”, precisa, “per fare questo abbiamo anche pubblicato un bando attraverso il consiglio regionale per raccogliere, in totale trasparenza, contributi e sponsorizzazioni da tutti coloro che vorranno aiutarci a fare un grande evento. So che ci sono tanti eventi culturali prestigiosi che meritano attenzione in Abruzzo e sono certo che il governo regionale terrà conto anche di queste situazioni”.

“Il nostro non è un evento qualunque”, conclude Sospiri, “ma come già ricordato sono dei festeggiamenti unici nella ricorrenza del centenario del grande poeta abruzzese. Ricordo infine che i fondi stanziati sono il frutto di risparmi ed economie di capitoli di bilancio del consiglio regionale e della giunta regionale”.