The news is by your side.

Orsa morta nel Parco Nazionale d’Abruzzo, chiesto l’intervento del ministro

Pescasseroli . Dopo il rinvenimento nel Parco nazionale d’Abruzzo di un’orsa gravemente malata, morta poche ore dopo, il presidente della commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Ambiente per sapere “quali iniziative intenda assumere per tutelare l’orso marsicano”. Il parlamentare ricorda che si tratta del quarto esemplare di plantigrado morto in meno di un anno nel Parco. L’orsa, di circa sei anni, era morta la scorsa settimana nel centro di sorveglianza di Pescasseroli del Parco dopo essere stata trovata in gravi condizioni alle porte di Gioia dei Marsi dai guardiaparco del servizio di sorveglianza. “La notizia – osserva Realacci – ha suscitato la giusta preoccupazione dalle maggiori associazioni ambientaliste visto che la popolazione degli orsi marsicani è già fortemente ridotta e soprattutto orso_investitoquesto è il quarto esemplare morto in meno di un anno”. L’interrogante, nel chiedere al ministro “se sia a conoscenza della grave vicenda, che interessa una specie protetta che è anche un simbolo dei parchi del nostro Paese” intende sapere, inoltre, “quali iniziative sono state messe in campo, di concerto con le autorità del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, le Regioni Abruzzo, Lazio e Molise, il Corpo forestale dello Stato e il No dei carabinieri, a tutela della preziosa comunità di orsi già fortemente minacciata di estinzione e da ultimo di verificare l’eventuale diffusione di patologie che mettono a rischio gli orsi”.