The news is by your side.

Ospedale di Avezzano, interviene anche Opi dell’Aquila: terremo sotto controllo la situazione

Avezzano. L’Ordine provinciale delle Professioni Infermieristiche dell’Aquila vigilerà sugli sviluppi riguardanti la situazione dell’ospedale di Avezzano, a tutela sia del cittadino che dei professionisti stessi.

“Lo stress organizzativo e gestionale delle strutture sanitarie che ha attraversato ed attraversa tutta Italia, a seguito della pandemia Covid19, è talmente noto che diventa inutile ripetere il dato; eppure questo stress è concausa di situazioni diffuse, come quella che è stata evidenziata nei noti servizi televisivi che hanno fatto riferimento all’ Ospedale Santi Filippo e Nicola di Avezzano”.

“Naturalmente, un Ordine provinciale delle Professioni Infermieristiche ha un doppio mandato, come non sempre è ricordato: da una parte svolge un ruolo di tutela e vigilanza nei confronti dei professionisti iscritti, e dall’altra svolge una azione di sollecito perché la dignità delle cure prestate e dei servizi offerti sia all’altezza delle necessità dei cittadini. Come sempre, anche nel caso salito alla ribalta mediatica è necessario attendere il completamento, da parte delle autorità preposte, delle valutazioni per un eventuale intervento ordinistico; intanto da parte nostra ricordiamo che anche in piena crisi pandemica proprio le strutture sanitarie e i professionisti in servizio devono essere sostenuti al massimo, anche con le dotazioni necessarie, proprio per poter effettuare al meglio
le azioni assistenziali: azioni che devono restare il primo mandato dei nostri iscritti”.

“L’Ordine della Provincia dell’Aquila avendo pertanto appreso dalla stampa di quanto sta accadendo,
manterrà alta l’attenzione vigilando sugli sviluppi a tutela sia del cittadino primo punto di interesse dell’attività e delle attenzioni professionali degli Infermieri che dei professionisti stessi che in questa
pandemia hanno mostrato da sempre e da subito grande capacità di adattamento, pazienza, tolleranza, resistenza allo stress e senso del dovere”.