The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Ospedali out, si prospetta la Zona Rossa nella Asl 1 e l’arrivo dell’Esercito nella Marsica

Avezzano. La situazione all’ospedale di Avezzano non è più gestibile. I pazienti in attesa di ricovero hanno occupato tutti gli spazi di fortuna e il  pronto soccorso non può più far fronte a interventi che non siano covid. Il comitato ristretto dei sindaci, riunito ieri, ha  evidenziato “la necessità di adottare provvedimenti immediati data la gravità della situazione emergenziale”.

“Nonostante abbiano individuato la nostra Regione come zona gialla”, hanno affermato i sindaci, “la Provincia dell’Aquila, ed in particolar modo la Marsica, potrebbe diventare presto zona rossa per il massiccio afflusso di pazienti covid nei presidi ospedalieri di Avezzano e L’Aquila, dove non risulta adeguato il numero dei posti letto di degenza covid anche nell’area post intensiva e intensiva”.

È stata poi evidenziata dal Sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio “l’esistenza di carenze strutturali e di percorsi sporco-pulito all’ospedale di Avezzano, per cui non è pensabile di istituire ulteriori zone di degenza covid oltre quelle già esistenti e ciò anche al fine di garantire assistenza sanitaria sicura anche a pazienti affetti da altre patologie, in particolare quelle tempo dipendenti”. Oggi è previsto un incontro urgente con tutti i sindaci al castello Orsini per chiedere aiuti immediati dallo Stato tramite la Zona Rossa.