The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Parco Costa Teatina, approvata in regione la risoluzione di Olivieri e Gerosolimo

Teramo. È stata approvata dal Consiglio regionale dell’Abruzzo la risoluzione urgente presentata dai consiglieri di Abruzzo Civico, Mario Olivieri e Andrea Gerosolimo, che hanno richiesto al Presidente della Giunta Regionale, Luciano D’Alfonso, in occasione del Consiglio regionale i cui lavori si stanno protraendo da più di 12 ore, un intervento tempestivo presso il Commissario Governativo, Giuseppe De Dominicis, per sospendere e rivedere la procedura di istituzione del Parco della Co11211_282_Parco-Costa-Teatinaatinasta Teatina al fine di rettificare il perimetro presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. I consiglieri regionali, nella risoluzione, hanno rilevato “evidenti discrasie temporali tra la situazione rappresentata ed il reale stato dei luoghi, nonché gravi carenze in ordine alla effettiva situazione insediativa esistente, indicata in maniera distorta o lacunosa e la mancata individuazione dei confini sulla base degli elementi conoscitivi e tecnico-scientifici assunti presso i servizi tecnici nazionali, le amministrazioni dello Stato e delle Regioni (secondo le procedure di cui all’art 34  della  legge quadro n. 394 del 1991) ed il baypassamento della dichiarata volontà di inserimento all’interno del Parco di diverse amministrazioni comunali come Francavilla e Lanciano”. I consiglieri hanno evidenziato, inoltre, che “la documentazione tecnica allegata alla proposta, reperita presso il Settore Urbanistica e Pianificazione territoriale della Provincia di Chieti, senza l’approvazione del Consiglio Provinciale, presenta gravi asimmetrie tra il tracciato cartografico e il reale stato dei luoghi inseriti nella perimetrazione, interamente sradicati dalle infrastrutture esistenti, dalle urbanizzazioni e dalla rete dei servizi territoriali (porti,zone industriali,ospedali, etc)”. Olivieri e Gerosolimo hanno dunque ottenuto l’impegno del Presidente Luciano D’Alfonso e dell’intera Giunta finalizzato al recupero della condivisione delle scelte con la Regione Abruzzo, con la Conferenza Unificata e con le amministrazioni comunali interessate alla perimetrazione provvisoria del Parco della Costa Teatina ed alla rettifica del perimetro presentato e della normativa tecnica transitoria, in ragione degli errori e delle lacune emerse e di quelle che si evidenzieranno in sede del necessario approfondimento.