The news is by your side.

Pedaggi A24-A25, Marcozzi: il M5S risponde con i fatti, da centro sinistra allarmismo e attacchi strumentali

Il capogruppo del M5S: solo allarmismo, ora Marsilio e Giunta facciano la loro parte

L’Aquila. “Agli attacchi strumentali del centro sinistra in Regione Abruzzo, il MoVimento 5 Stelle risponde con i fatti e con le soluzioni: oggi il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha trovato un accordo con Strada dei Parchi per il congelamento dell’aumento delle tariffe delle Autostrade A24 e A25 fino alla fine di agosto”. Commenta così lo stop all’aumento dei pedaggi sull’A24 e l’A25 Sara Marcozzi, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Regione Abruzzo.

“È stato inoltre preso l’impegno”, precisa la pentastellata, “dal MIT e dal Ministero dell’Economia e Finanza, di arrivare entro luglio alla definizione del Pef e contestualmente alla predisposizione di un piano finanziario di convalida per l’esecuzione di opere di messa in sicurezza sismica, per un importo pari a circa 700 milioni di euro coperti da contributi pubblici”.

“Lo avevamo detto già nei giorni scorsi”, prosegue la Marcozzi, “che il Ministro Toninelli era a lavoro per trovare un accordo. Come volevasi dimostrare l’allarmismo del centro sinistra, che per la seconda volta chiede un Consiglio Regionale Straordinario su una questione che è già stata risolta dal governo, si è rivelato privo di contenuto. Questa è l’occasione per ribadire una volta di più quale sia la differenza tra il MoVimento 5 Stelle e il Pd, unito a tutti i suoi alleati. Noi siamo rimasti in silenzio a lavorare, aspettando di fare qualsiasi comunicazione a risultato ottenuto, loro si sono riempiti la bocca di dichiarazioni senza risolvere niente”.

“Adesso”, conclude il consigliere del M5S, “non esistono più scuse. Il governo regionale di centro destra e il presidente Marsilio abbiano un atteggiamento collaborativo e seguano la linea tracciata dal MoVimento 5 Stelle per garantire agli abruzzesi il miglior servizio autostradale possibile”.