The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Pedonalizzazione centro storico Sulmona, Confesercenti vicina alla salvaguardia dei negozi della città

L'associazione al sindaco: "disponibile a lavorare per soluzioni condivise e superare le criticità"

Sulmona. In una lettera al sindaco Casini, in risposta a una nota del primo cittadino sulla problematica della pedonalizzazione del centro Storico di Sulmona, la Confesercenti del Centro Abruzzo, ha ribadito che la questione prevalente è quella della salvaguardia dei negozi di vicinato. Per cui gli interventi che incidono sul territorio debbono tenere conto dell’importanza che le imprese di prossimità hanno in un contesto complesso e articolato.

“In riferimento alla discussione inerente il traffico”, spiegano in una nota Pietro Leonarduzzi e Angelo Pellegrino, rappresentanti dell’associazione di categoria, “la Confesercenti continua a sostenere che non è tanto una questione di gestione di Ztl o di pedonalizzazione totale o parziale delle vie trasversali o longitudinali, in quanto oggi Sulmona ha bisogno di attrattività urbana, di promozione e sviluppo delle attività di vicinato, della valorizzazione del Centro storico ponendo attenzione e ascolto ai commercianti, agli artigiani e a tutti gli attori dell’economia locale”.

L’associazione di categoria ritiene “urgente e strategico intervenire sull’estetica dei luoghi e delle piazze e sull’arredo urbano, che devono essere attrattivi, armonici e utili a rinvigorire, o rigenerare, il turismo e l’interesse dei visitatori per la città e dei suoi luoghi ricchi di storia e di cultura. Naturalmente, per il massimo della godibiltà, l’accesso alla città e al suo centro storico deve essere caratterizzato da mobilità lenta che dia la possibilità di osservare e vivere con tranquillità ogni angolo di Sulmona”.

La Confesercenti del Centro Abruzzo “auspica e conta sul coraggio del sindaco e della sua amministrazione nell’intercettare proposte e progetti che utili ad incrementare il flusso e l’interesse di persone che volentieri visiterebbero Sulmona. Per questo l’associazione sollecita il Sindaco a tener conto della cantierabilità di un “Polo Universitario e di Alta Formazione”, di una “Succursale dell’Istituto Alberghiero e della Ristorazione di Roccaraso”, di “Polo Formativo Professionalizzante per i ragazzi che non studiano e non lavorano”. A questo va aggiunta la necessità di “Modificare il Regolamento comunale in materia di Commercio” per recepire il Testo Unico del Commercio della Regione Abruzzo e, finalmente, prevedere il cosiddetto “Mercato Storico di Piazza Garibaldi”, fiore all’occhiello del rilancio del Centro Storico. Inoltre, occorre porre maggiore attenzione al “Recupero del patrimonio edilizio del Centro storico”, attivando i lavori degli aggregati che, oltre a rendere attrattivo il ritorno ad abitare nel cuore della Città, creerebbe un volano economico con la presenza di numerosi cantieri che potrebbero dare lavoro a centinaia di disoccupati”.

“A queste condizioni”, concludono, “la Confesercenti è pronta e disponibile a lavorare per soluzioni condivise, superare insieme le criticità soprattutto del Centro Storico e si dichiara fin da ora disponibile a discutere e a collaborare sulla base di proposte e progetti concreti da parte del sindaco di Sulmona e della sua amministrazione”.