The news is by your side.

Pescara, area di risulta: parte il servizio sperimentale di videosorveglianza in collaborazione con forze dell’ordine e Federalpol

Pescara. Al via da lunedì 14 gennaio il servizio sperimentale di sorveglianza nell’area di risulta. Si tratta di un progetto recepito dall’amministrazione su istanza del gruppo consiliare Pd e su richiesta di diverse categorie cittadine. Stamane la presentazione del servizio che interesserà tutta l’area di risulta, partirà dalle 17 e andrà avanti fino alle 24, nel fine settimana (venerdì e sabato) si protrarrà fino alle 3 di mattina e verrà svolto in sinergia con le forze dell’ordine, in quanto preposte a intervenire qualora si manifestino situazioni di flagranza di reato.

Presenti il vicesindaco e assessore all’area di Risulta, Antonio Blasioli, il capogruppo del Pd Emilio Longhi, Carlo Martelli e Maurizio Impagnatelli, responsabile operativo e addetto della Federalpol di Pescara, la ditta individuata dal Comune tramite avviso pubblico che si è aggiudicata il servizio e lo porterà avanti per tre settimane, secondo i tempi richiesti dalla sperimentazione.

“Sicurezza più percepita in uno dei luoghi sensibili della città, il progetto nasce per questo e per rispondere agli impegni presi con la città – così il sindaco Marco Alessandrini, oggi a Roma alla riunione Anci sul decreto sicurezza – l’area di risulta deve essere riqualificata, per guadagnare sicurezza e vivibilità, nel frattempo teniamo alta l’attenzione su questi 11 ettari, aumentando monitoraggio e controlli a vantaggio di chi li frequenta. Un servizio condiviso con le forze dell’ordine, che continueranno ad esercitare controlli e tutele sull’area, che parte come sperimentale, ma a cui daremo la massima attenzione”.