The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Pescara, inaugurata la palestra di via Rubicone. Sindaco e Cuzzi: lavori attesi per una scuola più bella e sicura

Pescara. E’ finita ed è stata consegnata con una piccola festa interna, la palestra annessa alla scuola primaria di via Rubicone, a cui stamane hanno partecipato il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore all’Istruzione Giacomo Cuzzi, l’assessore al Patrimonio Gianni Teodoro, il Presidente della Commissione Lavori Pubblici Piernicola Teodoro, oltre ai dirigenti del Settore Edilizia scolastica, le maestranze comunali e la ditta esecutrice dei lavori, insieme alla dirigente del Comprensivo Pescara 6, Rossella Di Donato, al corpo docente e non docente del plesso e ai genitori.

“Nella scuola sono stati eseguiti 1.000.000 di euro di interventi di riqualificazione degli spazi – così il sindaco Marco Alessandrini e l’assessore all’Istruzione Giacomo Cuzzi – Finalmente un altro importante tassello viene messo per completare il plesso rimasto per troppi anni fermo. Quando ci siamo insediati era uno scheletro grezzo, noi abbiamo subito cercato e attivato le risorse per ultimare la palestra e anche l’altra ala dell’edificio e ora la scuola è fra le più belle e ospitali della città. Non si è solo provveduto al completamento e messa in sicurezza della palestra, ma anche all’adeguamento sismico e all’efficientamento energetico, nonché alla realizzazione di nuove aule e ambienti da utilizzare per attività aggregative della scuola, posti sotto la palestra, che renderanno più ampia l’offerta didattica di quello che è un comprensivo molto frequentato e al centro di una delle zone più abitate della nostra città.

Abbiamo tanti cantieri che vanno definendosi nelle scuole cittadine, che mai come in questi quattro anni hanno avuto fondi, attenzione e progetti, ma la palestra completa un intervento a cui teniamo molto, perché mette insieme bellezza, funzionalità e sicurezza del plesso situato in una delle periferie a cui dedichiamo attenzione e la restituiamo soddisfatti perché potrà diventare luogo di crescita per i bambini e centro di riferimento anche per altre iniziative che la scuola vorrà promuovere”