The news is by your side.

Alcol a minori, stop di 10 giorni ad uno stabilimento di Pescara. Intensificati controlli nella riviera adriatica

Pescara. Nel corso della notte appena trascorsa, la Polizia di Stato, nell’ambito delle attività di prevenzione e controllo disposte dal Questore di Pescara Francesco Misiti, ha condotto ulteriori attività di monitoraggio e intervento sul lungomare di Pescara.
Nella circostanza, il personale della Polizia Amministrativa della Questura di Pescara, diretto dalla dottoressa Colopi Luciana, ha effettuato rilievi fonometrici con personale dell’ARTA, in relazione allo svolgimento di serate danzanti. Nel mentre della descritta attività, svolta in prossimità di uno stabilimento balneare, il personale di Polizia è intervenuto per dare soccorso ad alcuni ragazzi che accusavano malori: per cinque ragazzi, tutti di minore età, a causa di evidenti condizioni di malessere, sono giunte  due ambulanze per il soccorso sanitario. I giovani a più riprese, erano usciti dal menzionato stabilimento balneare, dove stavano trascorrendo una notte di divertimento. Tre di loro si sono accasciati al suolo in successione, con apparente perdita dei sensi. Un giovane è stato accompagnato all’esterno del locale da personale addetto ai servizi di controllo, presentando una ferita al volto in condizioni di scarsa lucidità. Il personale di Polizia ha assicurato il compimento degli interventi di soccorso sanitario per i minori, ed assumeva che agli stessi, nonostante la minore età, era stato somministrato alcool, che presenta elevati indici di rischio per la salute e l’incolumità, e ancor più dei giovani e dei ragazzi. Nella circostanza in narrativa è stato rilevato anche un numero di circa 200 persone che erano contestualmente presenti, marcatamente superiore all’aliquota massima consentita dalla licenza (per un massimo di 100 persone). In ragione delle evidenze descritte il Questore di Pescara Francesco Misiti, ai sensi dell’art. 100 T.U.L.P.S. ha disposto la sospensione delle licenze di somministrazione di alimenti e bevande e di intrattenimento musicale e danzante per lo stabilimento balneare, per un periodo di 10  giorni decorrenti dalla data odierna, dalle ore 21,00 sino alle ore 08,00 di ogni giorno.

Il provvedimento in parola ha carattere preventivo e non sanzionatorio, ovvero ha natura di intervento cautelare, con finalità di prevenzione di fronte a dei pericoli che possono minacciare l’ordine e la sicurezza pubblica. L’Autorità di P.S. interviene di fatto anche al fine di tutelare il sereno svolgimento dei contesti di relazione, da condotte e/o fatti criminosi pregiudizievoli e tali da
creare allarme sociale. Il provvedimento del Questore, persegue la prioritaria finalità di garantire le condizioni di pace sociale, prevenendo fattori che potenzialmente la minacciano e tutelando la sicurezza pubblica. Pertanto, è uno strumento che consente di raggiungere efficacemente l’importante obiettivo descritto, con il minor sacrificio possibile, e di ottenere l’effetto primario della prevenzione e della tutela di diritti e beni giuridici fondamentali dei cittadini.