The news is by your side.

Più risorse europee a piccole imprese commercio, turismo e servizi. Appello Confcommercio

L’Aquila. Lo scorso 17 Marzo in seguito alla riunione di Partenariato socio-economico con la Regione Abruzzo, tenutasi per discutere della Programmazione del FESR Abruzzo 2014/2020, Confcommercio Abruzzo ha consegnato alle Autorità di Gestione del Programma ed al Vice Presidente Giovanni Lolli, il proprio “Documento” illustrando i punti fondamentali per il sostegno ed il rilancio dell’Economia Abruzzese. Confcommercio Abruzzo, il direttore Celso Cioni e il presidente Roberto Donatelli, hanno sottolineato l’importanza e l’incidenza del Terziario di Mercato sulla produzione del PIL e sull’occupazione regionale, proponendo, a fronte delle osservazioni della Commissione Europea e della rimodulazione delle risorse dei Fondi FESR, un riequilibrio graduale e proporzionale a favore del “Terziario di Mercato”dei settori commercio, turismo e servizi. celso cioniTra le varie proposte emerge la possibilità di istituire “Poli di Innovazione per il Terziario di Mercato e per il Turismo, e la riqualificazione e l’utilizzo dei Centri di Assistenza Tecnica espressione delle Associazioni di categoria, a supporto del sistema imprenditoriale delle Micro e Piccole Imprese. Nel Documento Confcommercio Abruzzo ha inoltre evidenziato nuovamente alcuni aspetti fondamentali, ritenuti indispensabili ai fini della ripresa economica della Regione: la necessità di abbattere le aliquote Irpef e Irap, e proseguire la politica di sostegno economico sia in favore delle nuove imprese che di quelle già operanti; Il potenziamento dal punto di vista turistico del “ Brand Abruzzo” sul piano regionale e nazionale; L’incentivazione dei consorzi locali dei vari settori; L’esigenza di favorire la diffusione della cultura ambientale ed eco sostenibile anche nel sistema delle imprese, per rendere ecologicamente compatibili le attività degli operatori economici in tale quadro; La necessità di rigenerare e riqualificare le aree urbane ed i centri cittadini, quali elementi strategici per la crescita e per lo sviluppo della Regione Abruzzo. Tutte misure queste volte ad incentivare la ripresa economica e rinforzare la competitività del “Sistema Abruzzo”. Confcommercio Abruzzo ha ribadito il ruolo di verifica e di monitoraggio che effettuerà sulla programmazione FESR 2014/2020, a sostegno dei settori rappresentati con particolare attenzione alla ricaduta occupazionale, allo sviluppo turistico, alla valorizzazione del patrimonio culturale, al rilancio degli investimenti per le PMI e alla crescita intelligente della nostra Regione. “Esprimiamo soddisfazione per le dichiarazioni rilasciate dal Vice Presidente della Giunta Regionale Giovanni Lolli che ha affermato la necessità di distribuire oltre il 60% delle risorse del FESR a favore del sistema delle Piccole e Medie Imprese. A nostro avviso questo orientamento è un primo passo nella giusta direzione”. Così, all’unisono, hanno commentato il Presidente Roberto Donatelli ed il Direttore Regionale Celso Cioni a margine della presentazione del documento.