The news is by your side.

Ponte elettrico Italia-Montenegro, Dukanovic: grande progetto di interconnessione, esempio di integrazione europea

Ferraris (Terna): ponte elettrico è volano di sviluppo per efficienza e sostenibilità

Pescara. “Questo è un grande giorno per il Montenegro e per l’Italia, due paesi tradizionalmente amici, uniti da sempre dal Mar Adriatico e, a partire da oggi, in modo ancora più solido grazie al completamento di un grande progetto per il 21esimo secolo: la linea sottomarina ad alta tensione, che oggi inauguriamo. Siamo tutti onorati di far parte di questo grande evento. Grande non solo per i nostri Paesi, ma per tutti i Balcani e per l’intera Europa”. Questo il commento del presidente del Montenegro, Milo Dukanovic, in video collegamento da Kotor per l’inaugurazione del ponte elettrico tra i due paesi. “Il progetto di interconnessione tra i nostri Paesi”, ha sottolineato, “rappresenta non solo un solido collegamento per la trasmissione di energia tra il Montenegro e l’Italia, tra i Balcani e la penisola Appenninica, ma anche un percorso attraverso il quale, grazie alla trasmissione di energia tra l’Europa occidentale e quella sudorientale, possiamo contribuire all’ulteriore integrazione del continente europeo. Questo progetto è di fatto un esempio concreto di integrazione europea”.

“Questa interconnessione è una eccellenza tecnologica, uno snodo cruciale, è il volano di sviluppo per una serie di opportunità”, ha detto l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, “la realizzazione di una infrastruttura costituisce sempre un’iniezione di fiducia e un momento di orgoglio non solo per chi è stato coinvolto nel progetto ma anche per il paese. Genera un effetto positivo sul Pil e sull’occupazione”.

“Nell’attuale contesto di transizione energetica, in cui la crescita demografica e lo sviluppo economico mondiale pongono un tema di sostenibilità complessiva del pianeta, Paesi, istituzioni ed aziende devono collaborare nel delineare strategie ed implementare progetti incentrati sugli obiettivi di decarbonizzazione, efficienza energetica e sicurezza, nonché su ricerca, innovazione e competitività dei sistemi energetici”, ha spiegato Ferraris, sottolineando che “il settore elettrico e le infrastrutture elettriche in particolare, rivestono un ruolo centrale per il raggiungimento di questi obiettivi”. Per cui “l’interconnessione Italia-Montenegro costituisce il volano di sviluppo per una serie di opportunità relative alla sicurezza di esercizio dei sistemi energetici interconnessi e gestione dei flussi sulla rete elettrica”, ha concluso l’amministratore delegato e direttore generale di Terna, “nonché per un mercato elettrico integrato sempre più sicuro, efficiente e sostenibile”.