The news is by your side.

Postazione sanitaria Caramanico, Blasioli (Pd): indispensabile, il territorio aspetta dallo scorso anno

Pescara.“La Giunta dia corso all’istituzione di una postazione sanitaria di base a Caramanico, il territorio la aspetta dall’autunno dello scorso anno, quando la Giunta regionale di centro sinistra lo dispose, con la delibera n. 751 del 9 ottobre 2018, per potenziare servizi di soccorso e gli interventi in tutto il comprensorio termale”. È questo il commento del consigliere regionale del Pd, Antonio Blasioli, in merito all’interpellanza depositata al presidente della Regione, Marco Marsilio.

“E’ indispensabile conoscere i tempi di attivazione e velocizzarli, perché il mezzo divenga operativo al più presto”, sottolinea Blasioli, “non solo la postazione va a rendere più capillare una rete di intervento preziosa e necessaria nel centro, a servizio anche delle terme, ma nasce per essere disponibile tutto l’anno, 12 ore al giorno, dando una risposta concreta alla domanda di servizi molto sentita dalle zone interne”.

“Il presidio sarebbe infatti a servizio di un vasto comprensorio”, precisa il consigliere regionale di centro sinistra, “che ingloba anche Salle, Abbateggio, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Bolognano, Sant’Eufemia a Maiella e Roccamorice, in questo modo allineando gli standard del soccorso a quanto stabilito dalle linee guida della conferenza Stato-Regioni nel 2016 sui tempi di percorrenza. Si tratta di zone montane che hanno un bacino di utenza di circa 6.832 abitanti, che aumentano notevolmente con le stagioni turistiche sia estive che invernali, che ha una percentuale di anziani elevata e quindi con una domanda ingente di servizi sanitari di emergenza”.

“Zone, però, penalizzate dai tempi di percorrenza dei mezzi di soccorso”, spiega Antonio Blasioli, “che sono ben al di sopra di quanto fissato dagli standard di settore: basti pensare che il Comune di Caramanico dista da Scafa circa 25 minuti, dallo Spoke di Popoli 41 e da Pescara 48 minuti, tempi che aumentano per Sant’Eufemia a Maiella e gli altri centri montani vicini. Non solo, il mezzo garantirebbe tempi di percorrenza in linea anche da quanto previsto per aree extraurbane, e cioè tra Caramanico e Sant’Eufemia a Maiella in 10 minuti, da Caramanico a Roccamorice in 17 minuti”.

L’attivazione della postazione sarebbe inoltre un supporto importante anche alla ripresa attività termale, elevando la qualità dei servizi all’utenza, come sottolineato dallo stesso consigliere. “Questo proprio perché la copertura prevista è diurna ed è disposta per la durata di 12 ore”, conclude,  “le premesse per un’azione a vantaggio del territorio ci sono dunque tutte, rimarcate anche dagli enti preposti al soccorso, l’iniziativa circa la postazione è stata infatti condivisa anche dal Comitato regionale emergenza-urgenza Abruzzo, che diede uno stimolo fattivo alla delibera istitutiva. Non resta che sveltire i tempi e concretizzare questo percorso positivo prima dell’inverno, a vantaggio di una popolazione che non può aspettare oltre”.