The news is by your side.

Prima data all’Aquila di “Incontri, scontri e racconti”, talk show con ospite Gabriele Lavia

L’Aquila. Nella serata di sabato, in piazza Angioina, sullo sfondo della chiesa di San Domenico, è stata messa in scena, dalla compagnia TeatroZeta, la prima data di “Incontri, scontri, e racconti”, talk show che ha avuto come ospite Gabriele Lavia, attore e regista di teatro e di cinema tra i più influenti sulla scena nazionale. I moderatori della serata sono stati Manuele Morgese (direttore di TeatroZeta) e Nives Nissi. L’evento fa parte del progetto download (6)“I cantieri dell’ immaginario”, promosso dall’
Assessorato alla Cultura del Comune dell’ Aquila e giunto ormai alla terza edizione. L’ambizioso obiettivo di tale iniziativa è quello di trasformare i cantieri dei luoghi e delle  piazze del centro storico in teatri all’aperto, permettendo agli aquilani di riappropriarsi della loro città ma soprattutto della loro identità cittadina. Tutto questo grazie anche alle numerose associazioni (molte sorte dopo il sisma) che con infaticabile lavoro tentano giorno per giorno di ricostituire un tessuto sociale che all’Aquila si stava sgretolando. Di molto si è parlato ieri sera: Lavia ha ricordato gli incontri (con i suoi maestri), gli scontri (ironicamente, con le donne!) e molti altri aneddoti della sua vita. Ma ci sono stati anche momenti di riflessione politica e sociale (in particolare riguardo la situazione del capoluogo). Anche il pubblico ha partecipato attivamente con numerosi interventi. Lo spettacolo, iniziato alle diciannove e trenta, si è concluso al tramontare del sole. “Il teatro Greco finiva al tramonto” ha ricordato l’attore, recitando le ultime parole dell’ ”Edipo Re” di Sofocle, quando il protagonista volge per l’ultima volta lo sguardo verso il disco di fuoco. In questa suggestiva atmosfera infine l’ospite è stato salutato con la consegna di una targa in ricordo dell’ evento. (d.r.)