The news is by your side.

Primo weekend di libertà a Pescara, scattano i controlli. 2 denunce e diverse sanzioni

Pescara. Ieri sera, come anticipato dal Questore Misiti, è stato attuato un dispositivo interforze finalizzato alla verifica del rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di contenimento e contrasto del COVID- 19 nei luoghi della movida pescarese. Le pattuglie dislocate nella zona di Pescara Vecchia hanno riscontrato un’esigua presenza giovanile, mentre quelle deputate al controllo di piazza Muzii, via C. Battisti e zone limitrofe hanno constatato una notevole affluenza di persone. Durante il servizio sono state identificate più di 70  persone, 9 di queste sanzionate perché non indossavano i dispositivi di protezione individuali (mascherina) nonostante l’elevata concentrazione di persone lo richiedesse obbligatoriamente. Sono state denunciate 2 persone per ubriachezza molesta ed altre 2 accompagnate nei locali della Questura per le procedure di identificazione e controllo.

Intorno alla mezzanotte, la notevole affluenza di persone in piazza Muzii ha richiesto l’attuazione di dispositivi di chiusura per consentire il rispetto del distanziamento sociale, quindi evitare situazioni di pericoloso assembramento. Le forze dell’ordine hanno circoscritto i punti di maggiore presenza di persone, contingentando gli ingressi nella citata piazza. Giunti all’una, i locali sono stati chiusi regolarmente, mentre gli avventori continuavano a trattenersi in piazza, rendendo necessario, al fine di evitare nuovi pericoli per la salute dovuti all’assembramento, agevolare la fase di deflusso degli avventori.

Nel rammentare a tutti il rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di contenimento e contrasto del COVID- 19, soprattutto divieto di assembramento, distanziamento sociale ed utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, la Questura di Pescara ha annunciato ulteriori controlli nella giornata odierna.