The news is by your side.

Processo tetti, Venturoni: occasione per far conoscere la storia della sanità abruzzese. Accetto il processo sicuro della mia innocenza

Pescara.  “Credo possa essere l’occasione per consentire, sia ai magistrati che all’opinione pubblica, di conoscere quale è stata la storia della Sanità in Abruzzo, soprattutto nei rapporti tra sanità privata e pubblica amministrazione, che hanno portato la Regione al disastro economico”. Lo ha detto l’ex assessore regionale alla Sanità, Lanfranco Venturoni, questa mattina in tribunale a Pescara, al termine dell’udienza nel corso della quale, insieme all’ex presidente della giunta regionale Gianni Chiodi, ha rinunciato alla prescrizione nell’ambito del processo sui tetti di spesa alle cliniche private, della Regione Abruzzo, relativi all’anno 2010.

“Una persona che è sicura della propria innocenza e di non avere fatto nulla, non può che accettare il processo in maniera chiara, limpida e senza paura di dire come stanno le cose”, ha aggiunto Venturoni, “e anzi può essere l’occasione per chiarire meglio i rapporti tra le cliniche private e la Regione Abruzzo, a partire dal 1995, ovvero da quando ho iniziato il mio lavoro con una Commissione d’inchiesta sui rapporti tra case di cura private e Regione”.

 

Foto: piazzarossetti