The news is by your side.

Progetto Case: i siti abitativi vicini all’Università potrebbero diventare un campus studentesco

Pescara. Il presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso, nel corso di un incontro che si e’ svolto a Pescara, in Regione, ha accolto l’invito della senatrice, Stefania Pezzopane, a muoversi nella direzione di favorire una infrastrutturazione dei siti abitativi del Progetto Case di Roio, Pagliare di Sassa, Coppito e progetto caseS.Antonio quali spazi piu’ prossimi alle Facolta’ universitarie dell’Aquila. “Gli edifici adibiti a case di prima accoglienza nel periodo post-sisma – ha affermato D’Alfonso – una volta esaurita questa funzione, se adeguatamente infrastrutturati e collegati in termini di trasportistica alla vita della citta’ ed alla funzionalita’ universitaria, possono, infatti, diventare parte integrante di un vero e proprio campus diffuso di accoglienza studentesca. In questa ottica – ha proseguito – si puo’ pensare anche alla realizzazione di piste ciclabili e di impianti sportivi che incrementino l’attrattivita’ del polo universitario aquilano”. Si andrebbe cosi’ a soddisfare un’esigenza che e’ estremamente sentita soprattutto in considerazione del fatto che la popolazione universitaria a L’Aquila vanta un potenziale che supera di gran lunga le venti mila unita’. “Si tratta – ha concluso il presidente – di un potenziamento realizzativo che puo’ trovare accoglienza nell’impostazione del Masterplan alla luce del riconoscimento ulteriore della citta’ capoluogo e della sua storica vocazione universitaria”. “Per quanto riguarda la progettazione – ha detto la senatrice Pezzopane – sara’ interessante chiedere una performance elaborativa alla stessa Universita’ magari coinvolgendo anche gli studenti in merito agli indirizzi da adottare per rendere le scelte maggiormente funzionali alle loro esigenze”.