The news is by your side.

Prostitute in via della Bonifica, il comune risponde ai cittadini con lampioni e telecamere

Pescara. Dopo la richiesta di intervento di alcuni cittadini per superare il degrado creato dalle prostitute in via della Bonifica e la chiusura per 15 giorni di un bar in via Battisti a seguito di una rissa, il comune di Pescara annuncia che intende “trovare concrete misure per contrastare i disagi e le situazioni di irregolarità che tali fenomeni generano”. Dopo aver sottoposto il problema in Prefettura l’assessore comunale Adelchi Sulpizio annuncia che “in merito a via della Bonifica si procedera’ a fare un sopralluogo per calibrare misure piu’ efficaci a contrastare la frequentazione delle prostitute della stra1355254-prostituteda, che non e’ solo notturna. Oltre a potenziare il pattugliamento in zona da parte delle forze dell’ordine, nell’immediato – dice l’assessore – andremo a verificare la possibilita’ di potenziare l’illuminazione e sistemi di videosorveglianza, compatibilmente con le difficolta’ finanziarie del Comune. Saranno studiate, poi, apposite ordinanze sindacali per scoraggiare la frequentazione equivoca della zona”. Per quanto attiene alla piazza Muzi, il Comune “intende recepire e dare voce alle esigenze di legittimita’ e sicurezza dei cittadini residenti e del commercio sano che ha rivitalizzato quella parte di citta’ . Il problema di ordine pubblico generato da schiamazzi notturni e dal comportamento di taluni frequentatori ci obbliga ad assumere iniziative concrete a tutela di un intrattenimento sano e pulito, che sia compatibile con la vivibilita’ e la tranquillita’ della zona, che e’ una delle piu’ popolose del centro cittadino. Nascera’ una sinergia di monitoraggio e controllo fra le varie forze dell’ordine, a cui anche la Polizia Municipale dara’ il suo contributo e saranno potenziato le attivita’ di controllo, anche sulla regolarita’ nel possesso delle autorizzazioni delle attivita’ commerciali”.