The news is by your side.

Protesta all’ospedale di Avezzano. Sindaci, sanitari, associazioni: “via Testa dopo l’emergenza”

Avezzano. Un appello disperato di sindaci, sindacati, associazioni e sanitari contro una situazione che viene definita di caos totale. Un coro di proteste contro la Regione Abruzzo e contro il manager Roberto Testa accusato nel corso dei numerosi interventi, soprattutto di associazioni e sindaci, di non aver saputo gestire la situazione. La richiesta è quella di sostituzione appena l’emergenza sarà cessata.

“E’ mancata completamente la linea strategica di intervento”, ha affermato il consigliere Chiantini a nome dell’amministrazione comunale, “oggi viene acquistata la macchina dei tamponi. Siamo al 18 dicembre.  Oggi partono i lavori  per la rianimazione e viene realizzato un doppio ingresso. I lavori saranno conclusi tra 40 giorni”.  Quindi quando l’emergenza sarà finita.

“Siamo nell’emergenza e dobbiamo lavorare insieme”, ha aggiunto, “spero che appena finita l’emergenza  sapremo farci sentire a livello regionale. Nella vita quando qualcuno sbaglia gli va stretta la mano e gli va detto ‘adesso non è più il tuo turno’ e credo che il direttore generale abbia esaurito il suo turno. Purtroppo oggi una Asl senza testa sarebbe peggio di una Asl con Testa. Quindi attendiamo che finisca l’emergenza”. La “grave carenza nelle strategie” è stata denunciata da tutti gli interventi.