The news is by your side.

Protezione civile, L’Aquila accede a fondi europei. Imprudente: presto totem informativi e app per telefoni e tablet

L’Aquila. L’amministrazione comunale promuoverà incisive azioni comunicative e campagne informative in materia di Protezione civile. Il Comune dell’Aquila, infatti, è risultato tra quelli vincitori dell’avviso pubblico per l’utilizzo di fondi europei, 90mila euro che verranno erogati dalla Regione Abruzzo, per l’attivazione di percorsi finalizzati alla diffusione di conoscenze e buone pratiche da attuare in caso di necessità. “Questo progetto si affianca a quelli già avviati nei mesi scorsi”, spiega l’assessore con delega alla Protezione civile Emanuele Imprudente, “il posizionamento di totem informativi in punti strategici della città con informazioni utili relative al piano d’emergenza o ai comportamenti da seguire in caso di emergenza e il lancio di un’app per cellulari e tablet rappresentano solo alcune delle azioni che verranno messe in campo da questa amministrazione in materia di protezione civile e sicurezza. I nostri tecnici hanno svolto incontri nel corso dell’anno con gli studenti delle scuole cittadine e a breve verrà distribuita anche una brochure informativa contenente indicazioni e suggerimenti in tema di prevenzione del rischio”.

“L’ammissione del Comune dell’Aquila al finanziamento europeo per questa iniziativa è un’ottima notizia”, sottolinea l’assessore alle Politiche comunitarie Carla Mannetti, “i miei uffici e quelli dell’assessore Imprudente hanno collaborato per la predisposizione del progetto, che testimonia come la sinergia e la cooperazione non solo siano possibili ma qualifichino l’attività amministrativa e politica dell’ente”. “Una buona azione di prevenzione non può prescindere da una buona comunicazione”, chiosa il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, “la consapevolezza di vivere in una terra meravigliosa ma esposta a rischi aiuta le istituzioni, e chi ha il compito di farlo, a intervenire in maniera più efficace qualora ve ne fosse necessità  e consente ad ognuno di noi di essere protagonista dell’attività di salvaguardia della propria e altrui incolumità”.