The news is by your side.

Provincia di Chieti, approvato il bilancio di previsione 2020/2022: il consiglio si è svolto in modalità telematica

Chieti. Giovedì pomeriggio si è svolto il consiglio della provincia di Chieti per l’approvazione del bilancio di previsione 2020/2022. Il consiglio si è svolto in modalità telematica, una delle prime esperienze in Italia, per ratificare il consiglio che ha adottato il bilancio il giorno 10 marzo scorso.

Come prevede la legge 56/2014 Delrio, il bilancio sarebbe dovuto passare al vaglio dell’assemblea dei sindaci, convocata sempre nella stessa giornata e poi ripassare in consiglio per la definitiva approvazione. Ma, dopo il Dpcm dell’8 marzo per l’emergenza Covid-19, è stata sospesa l’assemblea dei 104 sindaci per ovvie problematiche di sicurezza e per il divieto di assembramenti. Nel frattempo, la provincia si dotata dei mezzi per svolgere le sedute consiliari in via telematica. Nel frattempo, il Dpcm del 18 marzo 2020 ha sospeso, per questo periodo di emergenza, la necessità di ottenere il parere dell’assemblea dei sindaci.

Giovedì 25, pertanto, si è svolta la seduta di consiglio in modalità telematica ed è stato approvato il bilancio 2020/2022. Si potrà quindi immediatamente predisporre l’attivazione di tutte le procedure per impegnare i capitoli di spesa per i numerosi interventi sulla viabilità e sull’edilizia scolastica e corrispondere alle imprese le somme relative agli interventi effettuati o in corso.

Il presidente Mario Pupillo ha ringraziato per l’impegno profuso in queste settimane la segretaria generale, i dirigenti e i loro collaboratori dei vari settori e gli operatori dell’Ops, che hanno dato sostegno tecnologico all’attuazione del programma che in queste settimane ha visto partire con successo lo smartworking, la formazione e l’applicazione del lavoro agile secondo le indicazioni ministeriali. Inoltre il presidente ringrazia i consiglieri di maggioranza per l’impegno nelle varie deleghe a loro assegnate e i consiglieri di minoranza per l’atteggiamento collaborativo che ha permesso di affrontare le sedute consiliari, seppur nelle rispettive posizioni politiche, con grande serenità e collaborazione.