The news is by your side.

Punta Aderci trasformata in “punta rifiuti”: un gioiellino naturale che diventa di plastica per colpa dei visitatori. Il WWF: “Ancora questi trogloditi vanno in giro?”

Vasto. L’hashtag reale e virtuale più à la page di questi tempi è #plasticfree, liberi dalla plastica, dall’inquinamento, dall’inciviltà. Tanti personaggi famosi si sono fatti fotografare mentre raccolgono chili di rifiuti che imbrattano spiagge, boschi e città. A quanto pare, tutte le campagne di sensibilizzazione, guidate da Greta Thunberg e Leonardo Di Caprio, per fare due esempi noti e lampanti, non bastano: guardate come alcuni turisti hanno ridotto, ieri, 21 agosto, il gioiellino della Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci, nel Chietino, a Vasto.

“Ringraziamo i gentili bagnanti che hanno voluto fare questo dono alla Riserva, un pranzo al sacco in riva al mare non si nega a nessuno… ma il sacco si porta via”, recita un post Facebook della pagina, ricondiviso dal WWF Abruzzo che non ha esitato ad etichettare gli inquinatori come trogloditi. Ed è un eufemismo, ovviamente. Il mondo non aspetta. E neppure le battaglie ecologiste, condotte in nome della pace ambientale: armati di tanta pazienza, responsabilità e senso civico, alcuni volontari hanno restituito bellezza e decoro all’angolo paradisiaco della nostra regione, gettando tutta la spazzatura nella destinazione confacente.