The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Quattro le riserve abruzzesi visitabili per la terza edizione di Risevamica

L’Aquila. Le Riserve Naturali Statali di “Impianezza” (PE),  “Feudo Intramonti e Colli di Licco” (AQ), “Monte Velino” (AQ), e la Riserva Naturale di Popolamento Animale “Lago di Campotosto”(AQ), tra le più significative aree protette statali dell’Abruzzo, sono le mete visitabili domenica 10 maggio in occasione della terza edizione di “RiservAmica”, Festa Nazionale delle Riserve Naturali dello Stastrada montagnato promossa dal Corpo forestale dello Stato in tutta Italia nei 130 “tesori verdi” della Penisola, aperti al pubblico per l’occasione. Nelle 4 Riserve Naturali si svolgeranno iniziative finalizzate a far conoscere le foreste e il loro patrimonio di biodiversità, ambiente e cultura a famiglie, comitive o singoli visitatori. Saranno organizzate  escursioni e visite guidate, laboratori didattici per grandi e bambini, proiezioni di filmati ed incontri con ornitologi ed esperti di informazione naturalistica. In programma, fin dalle 9.30, presso la Riserva Naturale Statale “Impianezza” (PE), percorsi didattici per conoscere l’affascinante mondo del lupo, per scoprire le complesse relazioni che lo pongono al vertice della catena  alimentare e per comprendere l’importanza che la conservazione di questo splendidi animale ha nella conservazione della biodiversità dell’ambiente che lo circonda. In provincia di L’Aquila nelle Riserve Naturali Statale di “Feudo Intramonti e Colli di Licco” (AQ) e di  “Monte Velino” (AQ), dalle 10.00, saranno attivati laboratori e sviluppate attività di Educazione ed Interpretazione ambientale: passando dal concerto nel bosco, alla ricerca della biodiversità, al racconto della natura, alla vita in una zolla di terra per terminare con i  profumi della biodiversità. Spostandosi in alta Valle Aterno, nella Riserva Naturale di Popolamento Animale “Lago di Campotosto”, dalle ore 10, al km 20 della SS 577 (solo un chilometro a Nord dell’abitato di Campotosto), i visitatori per seguire l’inanellamento degli uccelli, la visite guidata lungo i sentieri-natura e i laboratori sensoriali di educazione ambientale. In tutte le aree protette ai visitatori verrà distribuita la speciale tessera “Cercatori di Riserve”, un “passaporto” sul quale apporre un timbro per ogni passaggio nelle riserve a testimonianza dell’esperienza cognitiva, emotiva e pratica vissuta immersi nella natura.