The news is by your side.

Quattro società abruzzesi al “Virtual Swimming League”, ecco tutte le squadre

Chieti. Sono quattro, la Sgt di San Giovanni Teatino, The Hurricane di Pescara, Team Centro Italia di Celano e Mille Sport San Salvo, le società abruzzesi che partecipano alla ‘Virtual Swimming League’, il meeting nazionale di nuoto ideato da Vito D’Onghia – tecnico di Benedetta Pilato – della Meridiana Nuoto Taranto insieme a Vanni Celano (Calabria Swim Team), che gestisce la parte delle classifiche insieme a Roberto Galiano, e con Tommaso Corso (Gam Ssd Arbizzano) che ha realizzato tecnicamente il progetto.

La manifestazione prevede quattro fine settimana di staffette nelle varie categorie: le gare vengono effettuate nelle piscine dove si allenano i tesserati Fin, con tempi registrati e certificati da un video che viene poi inviato agli organizzatori: in un momento successivo vengono compilate le classifiche finali . Nella prima settimana di gare si è messa in evidenza la Sgt di San Giovanni Teatino che ha piazzato al primo posto i suoi ragazzi degli esordienti B (M e F), al terzo posto gli esordienti A (M e F) e al secondo posto nella categoria Ragazzi le donne.

“Si tratta davvero di una bella iniziativa”, spiega l’allenatore della Sgt Cristian Di Sabatino, “con gli organizzatori davvero bravi a trovare la chiave giusta per dare uno stimolo ai nostri ragazzi per arrivare ad un obiettivo a breve termine. Mi devo complimentare per l’ottima idea avuta”. Altra squadra partecipante è stata quella pescarese “The Hurricane” guidato dal tecnico Mattia Trignani.

“Si tratta”, sottolinea, “di un’esperienza positiva: rimettersi il costumone da gara per i nostri atleti è stato molto bello e l’adrenalina è grande in attesa delle competizioni e poi dei risultati”. Esperienza positiva anche per gli atleti della Mille Sport San Salvo, come spiega Luca Pasquale Gagliotti: “è una bella iniziativa anche perché per i ragazzi allenarsi senza un riscontro cronometrico non è semplice. Sono stati proprio i ragazzi a chiedere fortemente di partecipare perché vogliono mettersi alla prova”. Anche il tecnico del Team Centro Italia di Avezzano e Celano Andrea Caldarelli sottolinea la velenza dell’iniziativa “che tiene impegnati i nostri agonisti, mettendoli davanti ad un obiettivo da raggiungere”.