The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Questione asfalti a Caramanico Terme, ecco le parole di ‘Uniti per Caramanico’: continua la pratica dei figli e figliastri

Pescara. Gruppo consiliare ‘Uniti per Caramanico’ su questione asfalti a Caramanico Terme. 

“È una vera e propria indecenza!”, ha dichiarato il Gruppo consiliare ‘Uniti per Caramanico’ con riferimento al ripetersi della scelta operata sulle priorità della sistemazione delle strade comunali, che ha aggiunto, “Come può essere prioritario impegnare ulteriori 200mila euro per asfaltare una strada dove non abita nessuno (o quasi), tralasciare la riqualificazione dei collegamenti con intere frazioni come Decontra, Canale-San Nicolao, Scagnano o San Vittorino, dove risiedono stabilmente centinaia di cittadini ? Come preannunciato, eccoci servita la seconda grande opera dell’Amministrazione Comunale di Caramanico”.

“Evidentemente”, hanno argomentato  i Consiglieri, “Non bastava l’impiego di buona parte del fondo di 200mila euro lasciato loro in eredità dalla vecchia amministrazione comunale per soddisfare i famelici appetiti di qualcuno. Non bastava abbandonare al loro destino le altre strade comunali extraurbane per intervenire prioritariamente su via Vetritillo che sembra essere diventata l’arteria stradale più trafficata d’Abruzzo mentre è una strada sterrata su cui, fino a qualche anno fa, passavano solo trattori e mezzi agricoli. È davvero inconcepibile che l’amministrazione comunale si presti ai diktat del locale ‘Marchese del Grillo’. Cosà farà quando si tratterà di sgomberare la neve dale strade ? Applicherà la stessa priorità ? Libererà prima Via Vetritillo, dove vi è un unico edificio, e poi procederà con lo sgomberare la strada di un’intera frazione come Decontra?”.

“Preme sottolineare come la priorità assegnata al descritto tratto stradale di circa 1 km, stride fortemente con lo stato di diverse strade comunali che attendevano da tempo interventi manutentivi: dalla strada comunale Valli-Decontra-Riga a quella Canale-S.Nicolao, dal tratto S.Vittorino-Case del Barone a quello di ricollegamento del Monte Morrone, ai tratti di Colle dell’Arena, Insalatelli e Case Scalpelli nella frazione di Scagnano, oltre che ad alcuni tratti del centro urbano. Fra l’altro, non si capisce come l’intervento su via Vetritillo possa essere considerato di primario interesse fra i tratti individuati nel complessivo ‘Progetto per la messa in sicurezza del patrimonio stradale comunale’ da noi approvato un paio di anni fa e per i quali si è riusciti a concretizzare risorse regionali importanti, alcune già disponibili altre in arrivo, per centinaia di migliaia di euro”.

“Davvero deprimente, poi”, hanno concluso i consiglieri di ‘Uniti per Caramanico’, “Il maldestro e ingenuo tentativo di occultare la vera natura del progetto nel quadro di una allocuzione generale e strategica (‘Completamento degli interventi di sistemazione e miglioramento della mobilità del distretto turistico di Caramanico Terme – 1° lotto funzionale’) a mò di una supercazzola con lo scappellamento a destra del mitico Tognazzi. 3 domande ai nostri bravi amministratori: hanno provato vergogna nel chiamare il progetto per quello che è, ovvero ‘2° intervento su Via Vetritillo dove-non-abita-nessuno’ (o quasi) ? Via Vetritillo è parte del ‘distretto turistico di Caramanico Terme’ ?  Davvero pensavano di utilizzare una denominazione da ‘specchietto per le allodole’ per celare alla nostra attenzione tale ulteriore oscenità ?Prosegue l’atteggiamento arrogante, da parodia del ‘Marchese del Grillo’, di questi amministratori e che, purtroppo e come temevamo, rappresenta solo la seconda di innumerevoli azioni di sicuro nocumento alla nostra comunità”.