The news is by your side.

Rancitelli di Pescara, escono dal comune di residenza violando il Decreto ministeriale per acquistare droga

Pescara. Violano le prescrizioni contenute nel Dpcm del premier Conte e si spostano al di fuori dei confini del proprio comune di residenza per andare ad acquistare la droga, ma vengono scoperti e denunciati.

E’ quanto accaduto ieri a Pescara, a Rancitelli, quartiere considerato la centrale dello spaccio abruzzese. I soggetti in questione, fermati dalle forze dell’ordine per essere controllati, non si sono fatti problemi a dire quali fossero i motivi che li avevano spinti fino a Pescara.

Numerose, fino a ieri, in tutto l’Abruzzo, le denunce di Carabinieri e Polizia per la violazione delle prescrizioni del Dpcm. A Pescara e a Collecorvino (Pescara) la Guardia di Finanza ha denunciato i gestori di un Internet point e di una sala scommesse, perché aperti al pubblico nonostante il divieto.