The news is by your side.

Ranieri in visita al centro di salute mentale: situazione allarmante, anni di denunce ma nessun cambiamento

Avezzano. Un edificio fatiscente, servizi igienici inadeguati, decrepiti e insufficienti, tanto da causare disagio a personale e pazienti. In alcune stanze i pavimenti sono rotti e lasciano passare odori nauseabondi provenienti dall’impianto fognario sottostante, evidentemente non in buone condizioni.

L’impianto di riscaldamento perde e alcuni elementi non possono essere chiusi, impedendo sia il risparmio energetico che il mantenimento di un ambiente salubre di lavoro e di cura.

Gli archivi si trovano sostanzialmente alla portata di tutti esponendo i dati ad una possibile violazione, non ci sono stanze di disimpegno e la sala d’aspetto e’ un luogo inquietante”.

E’ questo il terrificante resoconto della visita ispettiva che il consigliere regionale del M5S Gianluca Ranieri ha effettuato nel Centro di salute mentale di Avezzano e il Centro diurno ad esso collegato. “Per rendermi conto personalmente delle criticita’ che piu’ volte mi sono state segnalate” racconta Ranieri “mi sono recato nei locali del Centro.

La situazione della struttura e’ allarmante e mette ancora piu’ in luce l’indiscussa professionalita’ degli operatori, medici, infermieri, psicologi, TeRP e assistenti sociali, che seppur costretti a lavorare in condizioni indecenti riescono a prendersi buona cura dei pazienti e a fornire un servizio di buona qualita’.

A rendere il tutto ancora piu’ inaccettabile e’ che queste condizioni sono state piu’ volte denunciate e sono sotto gli occhi di tutti coloro che dovrebbero provvedere ma perdurano ormai da anni”.

“Non e’ piu’ tollerabile tutto questo, occorre pretendere che si avviino i provvedimenti necessari a sanare la situazione. Intanto come consigliere regionale segnalero’ tutto alle autorita’ competenti affinche’ gli organi preposti al controllo svolgano la propria funzione”.