The news is by your side.

Rapina in villa, Niva Bazzan: Stato non li deve perdonare. La donna confida suo pensiero al prefetto Chieti

Lanciano. “Io li perdono perché questo mi aiuterà a recuperare serenità, ma lo Stato non li deve perdonare”. Lo ha confidato, durante la visita ricevuta in ospedale a Lanciano, da parte del prefetto di Chieti, Antonio Corona, Niva Bazzan, la moglie di Carlo Martelli, mutilata a un orecchio dai banditi che hanno aggredito lei e il marito.

Il prefetto, insieme al dg della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco, al direttore della Chirurgia, Lorenzo Mazzola, al sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, e al presidente del Consiglio comunale, Leo Marongiu, ha fatto visita anche a Carlo Martelli. L’incontro, già concordato ieri, è avvenuto mentre si diffondeva la notizia dell’arresto di alcuni componenti della banda.

“La vicenda che vi ha visto coinvolti è stata un duro colpo per tutti noi”, ha commentato Corona sottolineando la gravità delle azioni commesse dai malviventi “impressionati anche dal livello spropositato di violenza che è stata usata”. Da parte di Martelli l’invito, ora, a spegnere i riflettori su di lui, dopo la testimonianza per “dovere di cittadino”.

Foto: IlGazzettino