The news is by your side.

Rapino (Pd): negativa la gestione della finanziaria regionale di Micucci

Pescara. “Il Partito democratico non si occupa  tantomeno decide nomine e carriere”, puntualizza Rapino, “ma possiamo serenamente dare un giudizio negativo della gestione della Finanziaria regionale guidata da Micucci, insediato dal centrodestra nel novembre del 2009 come esponente di Forza Italia.Marco Rapino Pd 2 Non  possono bastare come risultati avuti in questi sei anni gli spot pubblicitari o le interviste auto promozionali per dimostrare di aver fatto un buon lavoro. Finora gli annunci di rilancio, di piani di sviluppo, di crescita imprenditoriale ed occupazionale, annunciati da Micucci non si sono concretizzati, e se qualcosa è stato fatto, i risultati sono al di sotto delle aspettative e, soprattutto, delle risorse impiegate. Una gestione deludente che non ha segnato nessun salto di qualità sul piano del cambiamento e dell’innovazione”. Per Rapino la riconferma di Micucci, rappresenta uno stop alle politiche di sviluppo: “L’Abruzzo ha bisogno di recuperare con urgenza il tempo fatto perdere dal centrodestra alle imprese e al mondo del lavoro”, conferma  Rapino. “Il Pd ha proposto ai cittadini abruzzesi un modello di politica che segna una forte discontinuità con il passato, con il potere e sotto potere esercitato nella Regione Abruzzo dal centrodestra. Sviluppo e lavoro hanno bisogno di risultati concreti, veri”. “La Giunta Regionale”, prosegue Rapino, “ha ben presente la necessità di attuare un nuovo efficiente modello di sviluppo per questo deve puntare su uomini, su idee e scelte innovative.  Gli enti regionali, ad esempio, che si occupano di sviluppo, di credito, di innovazione, vanno ricondotti a un unico strumento e a un comune indirizzo di obiettivi. Il cambiamento in positivo dall’Abruzzo con progetti concreti, con tagli agli sprechi, alle burocrazie alle clientele, va fatto nell’interesse di tutti i cittadini, per rilanciare sviluppo, lavoro e ridare spazio ai tanti giovani che  proprio le troppe scelte sbagliate hanno tolto loro il  futuro”. “La gestione Micucci non ha prodotto risultati concreti, non lo diciamo noi, lo dimostrano i dati dell’economia della Regione Abruzzo. Certo l’incarico di segretario non è gestionale, ce ne rendiamo conto, ma non significa che cambia il giudizio “.