The news is by your side.

Reddito di cittadinanza, Tridico (Inps): in Abruzzo circa 30mila domande, effetto importante anti evasione

La card presentata dal ministro del Lavoro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio durante la presentazione del sito ufficiale e della card del reddito di cittadinanza, Roma, 04 febbraio 2019. ANSA/ANGELO CARCONI

L’Aquila. “C’è un effetto importante, in Abruzzo come altrove, ovvero quello anti evasione. Chi lavora in nero e ha redditi nascosti ha molta reticenza a presentare la domande”. Così il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, da marzo scorso successore di Tito Boeri, parlando all’Aquila in occasione del convegno “Il contrasto della povertà in Abruzzo: analisi, sinergie, progetti”,  e commentando i dati del trend sulle domande inerenti al reddito di cittadinanza.

“Una cosa è dichiarare redditi più bassi per evadere le tasse, un’altra è farlo per ottenere anche prestazioni assistenziali”, ha spiegato ancora, “le persone ci stanno pensando due volte. C’è chi viene a chiedere ‘che succede se mi scoprono?’. Le norme prevedono reati penali per i beneficiari e amministrativi per le imprese, che rischiano molto. Il reddito permette di spingere nell’ottica dell’emersione dell’evasione”.

“L’Abruzzo ha circa 30 mila domande per il reddito di cittadinanza”, ha precisato il presidente dellìInps, “il Friuli Venezia Giulia, che ha una popolazione simile, ne ha 12 mila, sebbene anche lì si siano scoperte sacche di povertà”. L’Istituto di previdenza è stato presente anche con la direttrice generale aquilana, Gabriella Di Michele, ed altri alti dirigenti.