The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Referendum e sciopero Ryanair, al voto anche i piloti che operano nello scalo abruzzese

Pescara. Anche i piloti Ryanair che operano nello scalo abruzzese, potranno esprimersi sul documento siglato lo scorso 14 agosto dalla compagnia irlandese e dal sindacato Anpac. Lo annunciano unitariamente Filt Cgil e Uiltrasporti, che venerdì pomeriggio hanno riunito a Roma i sindacati europei provenienti da Belgio, Germania, Irlanda, Olanda, Portogallo e Spagna: i sette paesi che, con il nostro, saranno coinvolti dall’agitazione. In Italia incroceranno le braccia anche i piloti. La data della serrata sarà annunciata a breve, ma non oltre il 13 settembre.

“Con il suo reiterato comportamento – spiegano i sindacati – Ryanair sta procurando gravi disagi a tutto il personale europeo, impedendo la libertà sindacale ai propri dipendenti, non riconoscendo i diritti salariali, previdenziali e assistenziali ai lavoratori e utilizzando anche personale navigante reclutato da agenzie estere di somministrazione, determinando un dumping salariale ed una giungla di regole non ammissibili per l’Ue”. “Per il diritto ad un contratto collettivo ed al riconoscimento dei diritti dei lavoratori – comunicano le due sigle – abbiamo indetto in Italia i prossimi 11, 12 e 13 settembre un referendum tra i piloti Ryanair, sulla validità o meno dell’accordo firmato nei giorni scorsi con la sola associazione professionale Anpac”.

I piloti Ryanair che operano nello scalo abruzzese, saranno consultati nella sola giornata del 12 settembre dalle 11 alle ore 17,  dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil e Uiltrasporti le quali hanno deciso di sottoporre ad una consultazione referendaria un accordo relativo alle condizioni di lavoro dei dipendenti che non presenta affatto le usuali caratteristiche di un contratto di lavoro italiano. Ed è per tale motivo che Filt-Cgil e UilTrasporti invitano i piloti a “votare “no” ad un referendum che permetterà finalmente di conoscere quelle che realmente sono le aspettative dei lavoratori Ryanair”.

Il referendum peraltro precederà di qualche giorno la proclamazione di una nuova azione di sciopero che i sindacati europei si appresteranno ad ufficializzare nelle prossime ore. A tal proposito è convocata per il prossimo 20 settembre un’apposita assemblea dei lavoratori Ryanair che operano in Abruzzo.