The news is by your side.

Regionali: Corte Appello, data prossima settimana. Francabandera, clima sereno tra istituzioni abruzzesi

Pescara. “C’e’ un percorso istituzionale in corso che stiamo portando avanti e che ho fiducia si possa concludere la prossima settimana”. Cosi’ all’Ansa il presidente della Corte d’Appello dell’Aquila, Fabrizia Francabandera, in merito alla decisione della data delle elezioni anticipate in Abruzzo in seguito alle dimissioni di Luciano D’Alfonso, eletto senatore nella file del Pd lo scorso 4 marzo che ha lasciato la presidenza della Regione lo scorso 10 agosto dopo la convalida della sua carica parlamentare.

“Stiamo lavorando in un clima di grande serenità con il presidente Lolli e il presidente del Consiglio regionale Di Pangrazio che hanno mostrato assoluta disponibilità a rispettare le norme e quindi la giusta tempistica”, conclude l’alto magistrato a margine di un convegno dal titolo Scienza e giustizia che si e’ svolto all’Aquila. Le elezioni anticipate verranno stabilite da un decreto del presidente reggente della Regione, Giovanni Lolli, d’intesa con il presidente della Corte d’appello e Di Pangrazio.

I tre sono in contatto dagli inizi del mese di settembre e si sono già incontrati. La prossima settimana come ha confermato Lolli ieri, ci dovrebbe essere la fumata bianca. Sulla data delle elezioni ci sono pareri legali discordanti ma sopratutto polemiche politiche tra quanti, Movimento Cinque Stelle e centrodestra vogliono votare entro il mese di dicembre, e quanti in testa la maggioranza di centrodestra, vorrebbe votare tra febbraio e marzo. Ieri i tre consiglieri regionali azzurri Mauro Febbo, Paolo Gatti e il capogruppo Lorenzo Sospiri, hanno occupato per protesta l’aula consiliare di Palazzo dell’Emiciclo sede dell’Assemblea regionale all’Aquila, per poi desistere dopo l’incontro con Lolli, mentre oggi la Lega ha manifestato a Pescara.

Foto: Il Centro