The news is by your side.

Regionali e caso Udc, Marcozzi: la coalizione del centrodestra si è sfasciata pochi minuti dopo il deposito della lista

L’Aquila. “Abbiamo appreso che la coalizione di centrodestra si è sfasciata pochi minuti dopo il deposito della lista” dichiara Sara Marcozzi, candidata presidente per il Movimento 5 Stelle.

“Il candidato romano Marsilio dice che l’Udc è fuori dalla maggioranza. Questo a distanza di poche ore. La riflessione che stiamo facendo è che questo sia un teatrino svilente per la nostra regione. Il cdx non ha fatto altro che litigare sulla candidatura del loro presidente proprio perché è romano e non abruzzese  e quindi non è a conoscenza dei problemi dell’Abruzzo”.

“Sembrava che i problemi si fossero risolti e ora si presentano con una coalizione che è già sfasciata. Mi rivolgo a voi: questa è una notizia gravissima, ritengo che gli abruzzesi siano stati presi in giro e mi stupisco delle altre forze che compongono la coalizione, Lega compresa che va con un cdx che è già sfasciato”.

“La Lega in Abruzzo ha scelto Berlusconi e un candidato che non è abruzzese – Prosegue – e continua a stare in una coalizione che non ancora si presenta alle elezioni ed è già sfasciata. La mia domanda è: può un candidato presidente, che è romano, governare una regione che non è in grado di gestire la presentazione della sua lista? L’Abruzzo merita di più, non un misto di forze politiche che non hanno nulla a che fare tra loro, sia per il cdx che per il csx. Siamo noi l’unica alternativa credibile”, ha concluso.