The news is by your side.

Regione Abruzzo e edilizia, Possibile Abruzzo: “inacetabile favore agli speculatori edilizi”

L’aquila. “La maggioranza di centrodestra abruzzese si conferma fuori dalla realtà ambientale in cui viviamo con un nuovo disegno di legge regionale che rende i piani regolatori delle città carta straccia, introducendo la possibilità di effettuare il cambio di destinazione d’uso degli immobili o parti di essi, diversa da quella consentita. Misura che dovrebbe avere una durata di due anni, ma in teoria è prevista la possibilità di estenderla con successive sanatorie” interviene la nota di Possibile Abruzzo.
“Un altro passo contrario a quello che impone la crisi ambientale e climatica in atto, una liberalizzazione a danno dei cittadini e del loro benessere psicofisico, i quali potrebbero vedere gli edifici limitrofi alle proprie abitazioni trasformarsi da residenziali a commerciali o industriali. Non accettiamo questo ulteriore favore agli speculatori edilizi, quando i nostri Comuni hanno invece bisogno di regole certe, di piani urbanistici ordinati nella distribuzione degli spazi e attenti alle esigenze della sostenibilità.” ha concluso Stefano D’Andreagiovanni di Possibile Abruzzo.