The news is by your side.

Regione discute ipotesi metropolitana di superficie valle dell’Aterno da Scoppito a San Demetrio

L’Aquila. Valle dell’Aterno e’ il nome della metropolitana di superficie da Scoppito a San Demetrio, con cadenza di 45 minuti, che mettera’ in collegamento tra di loro tutte le stazioni intermedie, tra cui quella dell’Aquila, munita di treni capaci di accogliere persone e biciclette. Se ne e’ parlato in un incontro che si e’ tenuto all’Aquila convocato dal presidente della Regione, Luciano D’Alfonso e al quale hanno partecipato, oltre al sindaco Massimo Cialente e al sottosegretario ai trasporti, Camillo D’Alessandro, esponenti di Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia Abruzzo, Azienda Mobilita’ Aquilana e il direttore del Dipartimento regionale infrastrutture e trasporti, Maria Antonietta Picardi. metro l'aquila“Un’opera” ha detto D’Alfonso rivolgendosi ai presenti, “che una citta’ come L’Aquila merita ed e’ giusto che abbia se si considera l’ampiezza e la densita’ del suo bacino e considerando anche l’utenza dei servizi sanitari offerti”. Secondo D’Alessandro il servizio potrebbe avere inizio quando saranno ultimati da parte di RFI i lavori di sistemazione dei 13 passaggi a livello che interessano la tratta, entro il 2017, in considerazione che questi, avendo un tempo di chiusura che si aggira tra i 5 e i 9 minuti, con punte dai 10 ai 12 minuti, potrebbero determinare risentimenti sul traffico veicolare. Anche da parte di Trenitalia e RFI e’ pervenuta la disponibilita’ a considerare positivamente l’iniziativa, che aumenta la qualita’ e la quantita’ dei servizi offerti nella regione e che si aggiunge alla recente entrata in servizio del nuovo treno Swing nella tratta L’Aquila-Sulmona. Al termine della riunione il presidente D’Alfonso ha auspicato che venga trovata al piu’ presto una soluzione volta ad assicurare la partenza del servizio, invitando i presenti a riprogrammare un incontro per considerare la fattibilita’ della metropolitana di superficie anche alla luce dei finanziamenti disponibili.