The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Renzi verrà. Lo annuncia il Governatore: un pò di attesa in più non crea problemi

L’Aquila. “Penso che qualche giorno in più di attesa non crei nessun problema, quello che è certo è che Renzi verrà all’Aquila e con lui la personalità giuridica che rappresenta, ovvero palazzo Chigi, il massimo del centro della responsabilità governativa”. Così il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso. La data ipotizzata era per il 15 ottobre. “Nei prossimi giorni ci verrà data contezza esatta del giorno”. Oltre alla ricostruzione post-sisma, sul tavolo i nodi trivelle e l’emergenza fiumi. “Abbiamo già un’agenda affinata, che con queste ore in più a disposizione avremo la possibilità di rendere ancora più dettagliata”, riferisce D’Alfonso in merito alla visita di Renzi al quale, anticipa, “chiederemo continuità dei flussi di copertura finanziaria per dare certezza alla ricostruzione delle mura e anche della vita delle imprese, e poi il potenziamento infrastruttuL'Aquila, Regione dona Ducatorale all’Aquila, in provincia Provincia dell’Aquila e in Abruzzo”. In primo piano anche “le tante emergenze ambientali: l’ emergenza fiumi, e l’emergenza rappresenta dagli attacchi dei detrattori ambientali come le piattaforme petrolifere, che rovinano beni irripetibili che il creatore ci ha dato”, spiega ancora il governatore. Su questo punto “noi – riferisce D’Alfonso – determineremo una difesa delle nostre prerogative, d’accordo con le altre Regioni”.

D’ALFONSO DONA 5 PULMINI A COMUNI E ONLUS: “Si tratta di pulmini che correvano il rischio diventare monumento di assenza di diligenza. Questa donazione nasce dalla voglia di garantire esercizio a ciò che è stato acquistato con denaro pubblico”. Lo ha detto il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, nel corso della cerimonia di consegna a Palazzo Silone, all’Aquila, dei 5 Fiat Ducato donati dalla Regione al fine di aiutare le Comunità del territorio. In tal modo per le finalità sociali e culturali potranno essere garantiti servizi di primaria importanza per la ripresa della vita sociale nelle località colpite dal sisma del 2009. “Abbiamo trovato in garage questi mezzi, vinti dalla pigrizia e dalla polvere – ha aggiunto il Presidente – li abbiamo rimessi in funzione, legittimati sul piano giuridico e messi a disposizione di quelle comunità toccate dalla furia del terremoto e di quelle contraddistinte dalla voglia di fare, di dare e di dire”. I Comuni interessati sono Lettopalena, Brittoli, Barisciano, Pietracamela e, in aggiunta, Onna Onlus. A ritirare i mezzi c’erano i rispettivi sindaci: Carolina De Vitis, Domenico Velluto, Francesco Di Paolo, Silvana D’Agostino (Commissario) e il presidente dell’associazione Onna Onlus Franco Papola. “Vogliamo mettere nelle disponibilità dei Comuni – ha detto d’Alfonso – i beni immobili non utilizzati dalla Regione ma anche rendere disponibili quelle risorse umane che risultano in surplus. E’ bene che queste unità regionali arrivino nei Comuni che presentano carenza di personale costretti a portare avanti l’attività amministrativa tra mille difficoltà. Del resto, se c’è un dislivello tra le risorse umane di cui dispone la Regione e i carichi di lavoro possiamo ricorrere a quello straordinario istituto che è la convenzione ai sensi della Legge n.241 del 1990. Per questo ci stiamo già attivando. Per quanto concerne i mezzi , al momento del mio insediamento ho notato queste cinque presenze fisiche sofferenti cioè i pulmini donati dalla Fiat e inutilizzati. Ho subito detto che le avremmo ceduti ai Comuni bisognosi, cui abbiamo aggiunto l’Associazione Onna Onlus che, senza ombra di dubbio, si può riconoscere come espressione di una comunità poiché vanta un livello tale di premura che si identifica con un Comune sperando che ne facciano tutti il miglior uso possibile”.