The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Revoca chiusura del Gran Sasso, De Santis: vittoria di Strada dei Parchi e sconfitta della politica

L’Aquila. “La politica, che per anni ha dormito, ha subito ed è stata sconfitta”. Così Lelio De Santis, capogruppo dell’Italia dei Valori – Avanti Abruzzo in consiglio comunale all’Aquila, sulla vicenda della chiusura poi revocata del traforo del Gran Sasso. “Lo stesso Consiglio comunale, mosso da intento apprezzabile, non è astato però all’altezza del compito, limitandosi ad approvare un ordine del giorno superficiale e generico, utile solo per avere la coscienza politica a posto: naturalmente io non l’ho votato”, continua De Santis, “penso che adesso le Istituzioni debbano essere vigili e debbano verificare che gli obiettivi stabiliti siano conseguiti con tempi certi e con la massima trasparenza, tenendo anche a mente l’altro problema che a giorni tornerà di attualità, quello dei pedaggi autostradali, il cui minacciato aumento sarebbe immotivato e dannoso per tutto il sistema economico abruzzese”.

Secondo il consigliere comunale di opposizione dell’Aquila, “in questa vicenda, purtroppo, la politica e le istituzioni hanno dimostrato la loro debolezza, prima nel rincorrere il soggetto gestore e poi nell’accettare le condizioni delle soluzioni decise”. “Chi parla ora di successo delle istituzioni evidentemente vive in un altro mondo, perché le istituzioni, a cominciare dal Ministero dei Trasporti, sono state costrette a rincorrere e a fare in pochi giorni quello che era noto da anni che dovesse essere fatto”. “Strada dei Parchi ha fatto i suoi legittimi interessi”, conclude, “ha esercitato bene il suo ruolo sulla base di una convenzione vigente, ha avuto le garanzie sul piano delle eventuali responsabilità giudiziarie e sul piano degli investimenti e, solo dopo, ha revocato la decisione di chiudere il traforo”.