The news is by your side.

Riaprono oggi i confini regionali, Boccia, “Ce l’abbiamo fatta, ora l’economia”

L’Aquila. Dalla scorsa mezzanotte sono riaperti i confini regionali e dopo circa tre mesi e 33.500 morti per coronavirus, gli italiani sono di nuovo liberi di muoversi nel Paese. Il virus, però, non
è sconfitto: a fronte di “soli” 55 morti, infatti, si registra
quasi un raddoppio dei contagi, da 178 a 318 casi in un solo
giorno. Sei su dieci in Lombardia, seguita da Piemonte e
Liguria.

Otto le regioni senza nuovi malati. “Ce l’abbiamo fatta col sacrificio di tutti – annuncia il ministro per gli affari istituzionali Francesco Boccia – ora è il momento della protezione dell’economia e del lavoro”. Nel frattempo l’Austria è pronta a riaprire i confini con l’Italia a metà giugno.