The news is by your side.

Riconversione dell’autoporto di San Salvo, Marcovecchio-Bocchino: iter dovuto e rispettato

San Salvo. Si è svolta questa mattina una conferenza stampa per chiarire gli aspetti procedimentali relativi all’alienazione dell’Autoporto di San Salvo in favore di privati, interessati alla realizzazione di un centro logistico e di stoccaggio merci. Nel corso della conferenza stampa è stato ricostruito, nel dettaglio, l’iter procedurale sin qui svolto dagli Enti preposti (Regione e ARAP), rimarcando la necessità di un definitivo provvedimento da parte del Consiglio Regionale.

In particolare, il Presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture, Manuele Marcovecchio, ha evidenziato che l’approvazione in Consiglio Regionale, disposta dall’art. 2 bis, comma 3, della Legge Regionale n. 3/1993, legittima la correttezza della procedura di vendita, così meglio garantendo gli investitori.  E’ stata, quindi, espressa la posizione favorevole della Lega alla detta riconversione della struttura, seppure sul presupposto di procedure quanto più trasparenti e coerenti al dettato normativo.

Del resto, come sottolineato sia dal coordinatore regionale, Luigi D’Eramo, che dalla consigliera Sabrina Bocchino, “la Lega da sempre opera per favorire nuovi investimenti per lo sviluppo socio/economico dei territori, piuttosto semplificando che rallentando – o, peggio ancora, ostacolando – le iniziative imprenditoriali. Come anticipato dai due consiglieri regionali, nei prossimi giorni l’istanza di autorizzazione all’alienazione verrà discussa in aula per la definitiva approvazione del progetto”.