The news is by your side.

Ricostruzione L’Aquila, Isidori (Ater): visita a Valle Pretara per anticipare il rientro degli inquilini

L’Aquila. “Il mio intervento e la mia presenza sono stati finalizzati a verificare sul campo e concretamente una strategia per far rientrare gli inquilini anticipando i lavori nello storico quartiere aquilano di Valle Pretara che, secondo il programma stilato negli anni scorsi, non sarebbero partiti”. Così l’avvocato Isidoro Isidori, presidente dell’azienda territoriale per l’edilizia residenziale (Ater) della provincia dell’Aquila, replica all’intervento del consigliere aquilano del Pd Pierpaolo Pietrucci, il quale ha accusato la giunta di centrodestra di aver fatto passerella ed essersi accorta, dopo 15 mesi, dei ritardi nella ricostruzione pubblica e presentando un programma fatto in precedenza.

Ieri mattina nel quartiere aquilano, tra gli altri, sono arrivati il vicepresidente dell’esecutivo regionale, Emanuele Imprudente (Lega) e il consigliere regionale della civica Azione Politica Roberto Santangelo, vicepresidente vicario del consiglio abruzzese.

“Non voglio fare polemiche, essendo un tecnico rispondo con i fatti” spiega il presidente dell’Ater. “Non ho inteso in alcun modo fare una comparsata ai danni dei miei predecessori, al contrario ho sentito l’esigenza condivisa con i presenti, di conseguire un risultato utile: sottrarre alla immediata ristrutturazione immobili Ater destinati alla locazione concordata e agevolare, anticipandola, la ricostruzione di edilizia residenziale sociale e quindi permettere il rientro in casa degli inquilini di Valle Pretara” continua Isidori. “Ringrazio dunque l’onorevole Pietrucci, che stimo, per avermi permesso di precisare quanto sopra e sono convinto che tutti, esaminando il piano triennale, sapranno leggere i ritardi praticati da scelte che oggi stiamo provvedendo a modificare. È una opera non facile, non ostacolata da soprintendenza e struttura di missione per la quale ci sarà un impegno straordinario da parte dei tecnici Ater che rimoduleranno gli interventi anticipando Valle Pretara e posticipando interventi di non immediata rilevanza sociale”.

Isidori sottolinea quindi che “i ritardi sono frutto di scelte che hanno portato a ritardare gli interventi su Valle Pretara, dando la priorità a lavori non urgenti. E il senso della mia partecipazione è conseguenza della istanza che mi è pervenuta dai consiglieri presenti e dal vicepresidente della Regione, Imprudente, di anticipare gli interventi” conclude.