The news is by your side.

Rigopiano, nel 2017 danni stimati in oltre 1miliardo di euro per il maltempo

Pescara. L’eccezionale ondata di maltempo che si abbattè sull’Abruzzo nel gennaio del 2017 e che a vario titolo portò alla morte di oltre 40 persone, ha prodotto danni quantificabili in un miliardo e 119  milioni. Lo si evince dal Piano di Ricognizione dei Fabbisogni a seguito dell’ordinanza 441 di  Protezione Civile emessa dalla Regione Abruzzo già nel 2017.

Si tratta del conto che la Regione ha compiuto sui fabbisogni pubblici, privati e delle attività produttive.

Per i comuni al di fuori del cratere sismico in Abruzzo i danni accertati sono 851 milioni, per quelli all’interno del cratere 267 milioni. I danni sul fabbisogno pubblico, ossia frane, strade, ponti, edilizia pubblica, scuole, illuminazione, strutture sportive di Comuni, Province e Regione la somma è di 777 milioni di euro, per i privati di 115 milioni, per le attività produttive di 226 milioni.

Attualmente a fronte del 1,1  miliardi di danni calcolati sono stati rimborsati circa 150 milioni a fronte di un impegno da parte del Governo (D.Pres.Consiglio Ministri 27/2/19) di 292 milioni in tre anni fino al 2021. Il Piano governativo prevede 62,4 milioni per il 2019, 69,9 milioni per il 2020 e 2012. In merito alle spese di urgenza la Regione ha liquidato l’82% dei fondi, per ciò che riguarda il ristorno diretto dei privati e delle attività produttive il rendiconto spetta ai comuni.