The news is by your side.

Rincaro pedaggi, D’Alfonso: rinegoziare le tariffe delle autostrade abruzzesi

Pescara. In seguito all’aumentodei pedaggi autostradali di Strada dei parchi, concessionaria delle autostrade A 24 e A 25, l’intero mondo politico abruzzese si è mobilitato contro l’ingiustificato e ulteriore rincaro.autostrada casello La senatrice Stefania Pezzopane aveva chiesto a riguardo l’intervento del Governo presentando un’interrogazione ai ministri dei Trasporti e dell’Economia dai quali erano giunte buone notizie la proroga anche per il 2016 delle agevolazioni per i pendolari che percorrono quotidianamente le tratte autostradali. Anche i parlamentari abruzzesi Federica Chiavaroli (Ncd), Vittoria D’Incecco (Pd), Gianluca Fusilli (Pd), Gianni Melilla (Sel) e Gianluca Vacca (M5S) avevano partceipato ad un incontro promosso da Cna-Fita e Federconsumatori. Non bisogna dimenticare anche la mobilitazione dei cittadini che in segno di protesta avevano lanciato sui social la campagna #boicottaA24 . Ora ad intervenire sull’annosa questione di tutte le autostrade abruzzesi è il governatore della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso. “La Regione Abruzzo deve sapere in anticipo quali saranno gli aumenti dei pedaggi autostradali” ha detto a margine della conferenza stampa “Un anno di governo D’Alfonso 20125”. Parlando della pericolosità di alcuni tratti autostradali, tra i quali il segmento Vasto-San Salvo, il Presidente ha dichiarato che le “autostrade devono essere sicure” e che si deve pensare, per le tariffe dei pedaggi, ad una “rinegoziazione con le autorità di vigilanza sulla loro sostenibilità”.