The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Ripartenza per la mountain bike abruzzese, a Scerni la decima edizione del trofeo Accademia della Ventricina

Scerni. Una grande festa di sport per tutti i gusti: questa è stata la decima edizione del Trofeo Accademia della Ventricina a Scerni che si è confermata ancora un’attrattiva per gli amanti della mountain bike grazie agli sforzi della Vastese Inn Bike che hanno recuperato la manifestazione che si sarebbe dovuta svolgere nel mese di marzo.

Dopo tre mesi di stop forzato per il lockdown, premiati il coraggio e la voglia di rimettersi in gioco da parte degli organizzatori capitanati da Nicola Jasci e Luigi Di Lello, nonostante le restrizioni anti Covid-19 con l’uso della mascherina (anche nelle fasi pre-partenza nell’ingresso in griglia), del gel igienizzante e del distanziamento sociale ma senza alcun problema data l’ampiezza del campo gara all’interno dell’Istituto Agrario Cosimo Ridolfi dove sorge il Bike Park Scerni.

Il Trofeo Accademia della Ventricina è diventata una classica del fuoristrada oltre i confini abruzzesi ed è per questo motivo che numerose squadre del Centro-Sud Italia hanno scelto questa manifestazione per darsi battaglia fino all’ultimo colpo di pedale tra gli sterrati, i boschi e i single track della campagna scernese.

Ma oltre all’aspetto tecnico-sportivo della manifestazione in sè, il rientro agonistico in sella a una mountain bike è stato un avvenimento molto atteso a Scerni, forte dell’ottimo riscontro di partecipazione con circa 250 bikers tra agonisti e amatori da tutto l’Abruzzo e dalle regioni limitrofe (Puglia, Umbria, Marche, Campania, Piemonte, Molise e Lazio).

Ottime le performances di Marco Petrolati (SS Lazio Ciclismo), Francesco Rossi Rossi (Team Cesidio La Ruspa) e Vincenzo De Angelis (Pedale Teate) tra gli esordienti primo anno, Nicolò Pizzi (Pedale Teate), Daniele De Feudis (Team Eurobike) e Stefano Masciarelli (Team Masciarelli) tra gli esordienti secondo anno.

A gioire per la categoria juniores Riccardo Bernardini (Gulp Pool Val Vibrata) che si è messo alle spalle Damiano Olivieri (Race Mountain Folcarelli) e Gabriele Gabrielli (Acido Lattico Mtb Passo Corese).

Non da meno la presenza femminile in ambito giovanile con le belle prove offerte da Alice Testone (Team Cesidio La Ruspa) ed Eleonora Caprini (D’Ascenzo Bike) tra le esordienti, Lorenza Angelucci (Asd Moreno Di Biase) tra le allieve, mentre dopo circa un’ora e 24 minuti di gara è riuscita a terminare la propria fatica Angela Campanari (Superbike Bravi Platform Team), leader nella categoria élite.

Il campione italiano ciclocross in carica Federico De Paolis (Race Mountain-Folcarelli) ha infiammato la contesa tra gli allievi con uno show di squadra targato Race Mountain-Folcarelli insieme ai compagni di squadra Simone Vari e Valerio Pisanu, ai piedi del podio Ivan Carrer (Team Eurobike).

C’è stato il sigillo di un altro campione italiano di ciclocross: l’under 23 Antonio Folcarelli (Race Mountain-Folcarelli) si è reso autore di una netta affermazione nella categoria open (secondo miglior crono assoluto 1.29’33”) davanti a Mirko Zanni (Team Over the Top – terzo miglior crono 1.32’30”), Matteo Aloisi (Aran Cucine Vejus) e Micheal Menicacci (Race Mountain Folcarelli).

In ambito amatoriale la miglior performance è stata accreditata a Luigi Ferritto col miglior crono assoluto di 1.27’07”, oltre a vincere la categoria master 3 davanti a Domenico Campini (Ciclistica L’Aquila-Angelo Picco) e a Massimiliano Di Sabatino (Rampiclub Val Vibrata) tra i master 3. A podio nelle altre fasce amatoriali anche Tania Silvani (Cicli Sport Mania) tra le master donna, Roberto Pascarella (Matese Bike Team), Cristiano Pascarella (Passatempo Cycling Team) e Michele Diaferia (Sport for Fit Racing Team) tra gli élite sport, Alessandro Magi (Passatempo Cycling Team), Davide Caroselli (Molise Tour Bike) e Matteo Della Bianca (Bike or Nothing) tra i master 1, Michele Tadei (Mondobici), Giampietro Cinosi (Pro Life Chittien Team) e Gianni Tano (Ciclistica L’Aquila-Angelo Picco) tra i master 2, Luigi Ferritto (Team Giannini), Alessandro Diletti (Avis Bike Cingoli), Tony Di Tomaso (Aesernia Bikers) e Stefano Rossi Rossi (Team Cesidio La Ruspa) tra i master 4, Ernelio Massarucci (Triono Racing), Alessandro Rossi (Cicli Sport Mania) e Valentino Del Coco (Bike Pro First Car Mtb) tra i master 5, Luigino D’Ambrosio (Rampiclub Val Vibrata), Maurizio Orlando (Non Solo Ciclismo) e Pasquale Piemontese (Bike Team Foggia) tra i master 6, Stefano Salvatori (Ktm Scatenati), Antonio Giardino (Ciclistica L’Aquila-Angelo Picco) e Antonio Marfisi (Cycle Pro) tra i master 7, Pio Tullio (Ciclistica L’Aquila-Angelo Picco) e Lino Cardillo (Molise Tour Bike) tra i master 8.

A premiare tutti i vincitori delle categorie amatoriali, giovanili ed agonistiche, i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Scerni capitanata dal sindaco Alfonso Ottaviano ed anche la Federciclismo Abruzzo con il presidente regionale Mauro Marrone, il vice Paolo Festa e il responsabile del settore fuoristrada Michele Rubeis in occasione della proclamazione dei nuovi campioni regionali del cross country FCI Abruzzo.

Giovedì 13 agosto sintesi della manifestazione su Rete 8 Sport (canale 11 digitale terrestre in Abruzzo) all’interno della rubrica Bici Mon Amour e anche sul canale youtube Ultimo Km Ciclismo Abruzzo con le riprese di Marco Romani.