The news is by your side.

Rivoluzione nella sanità abruzzese, fase della riforma organica verso un nuovo sistema

L’Aquila. La Segreteria e l’Esecutivo Regionali del Pd Abruzzo, durante la riunione di giovedì, hanno espresso pieno sostegno al lavoro e alla linea di cambiamento della sanità regionale portati avanti dall’Assessore Paolucci, dall’intera Giunta regionale e dal Commissario. paolucciCon questa premessa, Segreteria ed Esecutivo, con 26 voti a favore e 2 astenuti, hanno conferito mandato pieno al Commissario, all’intera Giunta regionale, agli eletti del Partito democratico a tutti i livelli e ai partiti provinciali perché, nelle prossime settimane, si compiano le scelte necessarie per avviare l’ulteriore fase di riforma organica della sanità abruzzese. In questa fase di riforma strutturale, rientra anche, com’è scritto nel programma di legislatura del Presidente Luciano D’Alfonso, il riordino delle Asl e la revisione dell’architettura istituzionale regionale in campo socio-sanitario, secondo le linee contenute nel programma di governo. Nei prossimi giorni, dovrà esserci su questo un dibattito serrato che porterà all’avvio della fase di transizione verso il nuovo sistema, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta, il rapporto tra servizi e cittadini-utenti, rendere più trasparente ed efficiente il controllo della spesa e della sua qualità, accentrando a livello regionale le funzioni strategiche “no core”, i sistemi informativi e di programmazione, monitoraggio, verifica degli obiettivi e loro valutazione. Di fronte a tutto ciò non esistono più giustificazioni a resistenze conservatrici e ad atteggiamenti dettati dalla logica dei localismi che rischiano di frenare il processo di riforma. Il Pd non è nato per questo e non è per questo che gli elettori ci hanno conferito il mandato di governare l’Abruzzo.  Al centro della nostra idea di sanità c’è solo e soltanto il cittadino. Il Pd Abruzzo è e vuole essere il partito del cambiamento, e quanto più sarà credibile in questo tanto più saremo forti e credibili nel rapporto con i cittadini abruzzesi.