The news is by your side.

Roccaraso, necessario preservare presenza forestali nel paese: la lettera di Colecchi (FdI) al sindaco Di Donato

Roccaraso. Ti scriviamo in merito alla delibera N° 89 del 12/11/2020 riguardante lo spostamento degli uffici dei CC forestali e l’assegnazione dei locali di Via Napoli in toto alla Guardia di Finanza. Premetto che siamo soddisfatti per la permanenza della Guardia di Finanza a Roccaraso. A che ci ricordiamo i locali dell’ex scuola media in P.zza Leone erano destinati al museo della neve, poi al trasferimento momentaneo della casa comunale in vista dei lavori di consolidamento del palazzo di V.le degli alberghi ed ora agli uffici dei CC forestali”.
E’ quanto scrive Alberto Colecchi, presidente del circolo Fdi di Roccaraso al primo cittadino, Francesco Di Donato.
“Tutti questi trasferimenti – aggiunge –  costeranno non poco visto che ognuno di questi enti necessiterà di idonei cablaggi e spazi che poi andranno demoliti e ricostruiti aggravando il bilancio comunale e soprattutto non vediamo in essi una logica, soprattutto con l’assegnazione definitiva dei locali di via Roma, quelli adiacenti il cinema”.
“Per gli uffici dei Cc forestali proporti un’idea- continua –  che crediamo dia un miglior servizio al paese ed ai nostri ospiti, ossia questo: 1) Spostare gli uffici della IAT, al momento al piano terra della casa comunale, parzialmente disassati dal centro del paese, con difficoltà per i turisti nel raggiungerli nel palazzo ex scuola media in prima battuta e definitivamente nei locali di via Roma, dando lustro alla strada principale del paese e dando un punto di accoglienza a chi entra a Roccaraso in quello che è il suo ingresso principale. 2) Destinare a titolo definitivo agli uffici dei CC forestali i locali adesso occupati dallo IAT rendendo molto più snello anche lo disbrigo delle pratiche accorpandoli al municipio facilitando chi deve presentare pratiche in entrambi gli “enti”. Come sempre pronti a collaborare con l’amministrazione nell’interesse della comunità e certi di una risposta, almeno questa volta”.