The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Ruba furgone nel chietino e viene arrestato dopo l’inseguimento, il 43enne torna libero dopo la convalida

All'uomo di origine pugliese è stata contestata la rapina impropria

Chieti. Un uomo di 43 anni di Cerignola, Francesco Gervasio, è stato arrestato all’alba di questa mattina, a Francavilla al Mare dai Carabinieri, dopo un inseguimento di circa quattro chilometri. L’uomo è accusato di furto aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e sarà processato questa mattina con rito direttissimo. Sono stati sequestrati una radio ricetrasmittente, vari arnesi da scasso, centraline e un disturbatore di frequenze Jammer.

Tutto è iniziato quando il proprietario di un piccolo furgone per il trasporto del latte si è accorto che il mezzo, un Fiat Ducato stava per essere rubato, come poi è accaduto, ed ha telefonato al 112. Giunti sul posto i carabinieri lo hanno intercettato sulla strada statale 714 e lì è iniziato l’inseguimento durante il quale il 43enne, che ha precedenti, ha accelerato ed ha tentato più volte di speronare i militari che però, con una manovra repentina, sono riusciti a chiudere la strada al furgone e bloccarlo in contrada Foro, prima che riuscisse a imboccare l’autostrada.

Il giudice del Tribunale di Chieti Chiara Di Gerio ha convalidato oggi l’arresto del 43enne pugliese. All’uomo, dopo l’iniziale accusa di furto aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, è stata contestata la rapina impropria e nei suoi confronti è stato disposto l’obbligo di presentarsi ai carabinieri. Quindi è tornato in libertà. Il furgone era preceduto da due auto, probabilmente auto staffetta usate come “apripista” che sono riuscite a dileguarsi.