The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Salta il consiglio provinciale, Forza Italia diserta la seduta. Di Cristofano: scelta incomprensibile

L’Aquila. Forza Italia diserta la seduta e salta il consiglio provinciale. Il capogruppo in Provincia dell’Aquila del Nuovo centrodestra, Pasqualino Di Cristofano, ha parlato di “un comportamento incomprensibile e poco rispettoso”. “Fino a qualche minuto prima, avevamo avuto un incontro, richiesto esplicitamente dal gruppo di Forza Italia, con i capigruppo di maggioranza, il Presidente Del Corvo ed i Presidente Santilli”, ha spiegato Di Cristofano, “avevamo concluso la riunione con l’accordo di tutti, di rivederci martedì mattina – continua Di Cristofano – invece poco dopo hanno ritenuto opportuno di non presentarsi in Consiglio, tra lo stupore anche degli altri capogruppo, facendo così mancare il numero legale ed impedire la discussione dei quattro punti all’ordine del giorno, tra cui la convalida del nuovo consigliere e la mozione, presentata proprio dal gruppo di FI, sulla situazione del personale del genio civile. Considerato che tutto ciò non era mai successo in quattro anni e mezzo, ci auguriamo – conclude Di Cristofano – che non si verifichi più e già da domani ricomincino a prevalere i giusti principi che possano permetterci, tutti insieme, di lavorare in questi ultimi mesi del nostro mandato. Antonio Del CorvoLa seconda convocazione è stata fissata per domani mattina. Nel corso della seduta bisognava ratificare la nomina del neo assessore Emilio Cipollone (Udc) e la surroga del consigliere Antonio Bernardini. Da giorni era nell’aria una certa frizione tra il gruppo di Forza Italia e il resto della maggioranza. Questa mattina le tensioni si sono concretizzate nonostante le fasi  interlocutorie tra il presidente della Provincia e i rappresentanti del partito di maggioranza. Si erano detti contrari all’esclusione dell’ex assessore Luigi D’Eramo dalla giunta e per questo Alfonsi, Floris, Fulvimari, Fosca e Caparso avevano detto no a una “larga intesa” voluta invece da Del Corvo. Nei giorni scorsi  era stato chiesto l’azzeramento della giunta. Le prossime ore saranno determinanti per le sorti della provincia, in attesa della seduta di domani. Sulla questione è intervenuta anche la vice presidente della Provincia dell’Aquila, Antonella Di Nino. “La mancata presenza, oggi, del gruppo di Forza Italia alla seduta del Consiglio Provinciale”, ha affermato, “è motivo di mio grande rammarico: dopo gli accadimenti degli ultimi giorni avevo la speranza che la crisi sollevata dagli stessi consiglieri si potesse risolvere, ma evidentemente con tali atteggiamenti il margine di soluzione si sta pericolosamente assottigliando”. Queste le prime parole della vice presidente al termine del consiglio convocato con carattere d’urgenza per questa mattina, in cui, tra gli altri, era in programma la discussione del delicato punto relativo ai lavoratori di Abruzzo Engineering, addetti al Genio Civile della Provincia dell’Aquila, nelle sedi di Sulmona ed Avezzano.
“Astenendosi dal partecipare – continua la Di Nino – i consiglieri si sottraggono dall’assolvere ai doveri a cui sono chiamati a rispondere nei confronti della cittadinanza in fede al ruolo ricoperto, pensando, evidentemente, che le esigenze amministrative possano essere rimandate. Mi riferisco in particolar modo alla mozione relativa alla problematica del trasferimento del personale di Abruzzo Engineering, di cui paradossalmente risultano firmatari gli stessi consiglieri assenti.
Se la politica ha queste modalità esplicative, arrivando a mortificare le esigenze amministrative che devono avere di mira l’interesse collettivo, mi dispiace ma, essendo la mia visione totalmente differente, da questa prendo le distanze.
Già la scorsa settimana avevo appreso dagli organi di stampa che il gruppo consiliare di Forza Italia aveva ritenuto opportuno che gli assessori espressione del partito di Forza Italia si astenessero dal prendere parte alle Giunte fino alla positiva conclusione della crisi apertasi.